,,

Porta male il velo, 22enne muore dopo l'arresto da parte della polizia: scoppia la protesta ai funerali

La morte di Mahsa Amini accende la protesta internazionale: la 22enne è stata arrestata perché portava male il velo, dura accuse verso l'Iran

Pubblicato il:

È scoppiato il caso Mahsa Amini: la 22enne iraniana è morta dopo essere stata arrestata a Teheran perché portava male il velo. La famiglia denuncia violenze da parte della polizia ed è intervenuta anche la Casa Bianca. Proteste ai funerali.

Mahsa Amini arrestata perché portava male il velo

Stando a quanto riporta la testata locale IranWire, in Iran è in corso un’enorme protesta a seguito della morte più che sospetta di Mahsa Amini, originaria del Kurdistan iraniano. La 22enne è stata arrestata lo scorso martedì, 13 settembre 2022, dalla cosiddetta “polizia della moralità“. A denunciare l’accaduto è anche Amnesty International.

La giovane si trovava a Teheran e a quanto pare sarebbe stata portata via perché non portava bene lo hijab, il velo islamico imposto per legge nel Paese medio orientale. In alcuni video diffusi online, la si vede trascinata a forza su una macchina.

Due ore dopo essere stata arrestata e sottoposta ad una “rieducazione“, riporta la fonte, è stata portata in ospedale. Qui, i medici ne hanno dichiarato la morte cerebrale. Mahsa Amini è morta venerdì 16 settembre e il caso è divampato al livello internazionale.

Le proteste ai funerali per la morte di Mahsa

I sospetti sono chiari: si teme che la 22enne sottoposta all’arresto sia stata brutalmente picchiata mentre si trovava sotto il controllo della “polizia della moralità”. Una violenza estrema denunciata dai familiari e che ha acceso la protesta in tutto il Paese.

Come riportano i media, migliaia di persone a Saqqez si sono riunite fuori dall’ufficio del governatore per protestare dopo i funerali di Mahsa Amini. Sono stati inneggiati anche cori contro la Guida Suprema Ali Khamenei.

Altre proteste sono scoppiate in altre città: la polizia avrebbe caricato i manifestati, provocando diversi feriti (almeno 13 secondo le fonti), e  sarebbe stato anche limitato l’accesso a Internet in alcune aree.

La risposta della Casa Bianca alle violenze in Iran

Le proteste nel Paese testimoniano una profonda spaccatura: una parte dell’Iran, la più giovane e meno conservatrice, è contraria all’imposizione dello hijab e soprattutto alla violenza esercitata dalla “polizia della moralità”. Tra i manifestanti, uomini e donne delle nuove generazioni.

È stata istituita una commissione speciale da parte della Procura di Teheran, su richiesta del presidente Ebrahim Raisi per investigare le circostanze della morte di Mahsa, ma dagli Stati Uniti arrivano parole dure contro quanto accaduto.

La Casa Bianca, tramite le parole del consigliere della sicurezza nazionale Jake Sullivan, si è scagliata contro la morte della 22enne: “Siamo profondamente preoccupati per la morte della 22enne Mahsa Amini, picchiata sotto custodia dalla polizia della moralità. La sua morte è imperdonabile. Continueremo a ritenere i funzionari iraniani responsabili per questi abusi dei diritti umani”.

TAG:

iran-velo-22enne-morta Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,