,,

Ischia, 40enne picchia la moglie: sorpreso mentre stava ripulendo il sangue dalle pareti di casa

Un 40enne di Forio d'Ischia è stato arrestato con l'accusa di aver picchiato la moglie: è stato sorpreso mentre puliva il sangue dalle pareti

Pubblicato il:

Nuovo grave caso di violenza sulle donne in Italia: arriva da Forio d’Ischia, paese sulla celebre isola al largo di Napoli. Un 40enne avrebbe picchiato la moglie e sarebbe stato arrestato mentre ripuliva il suo sangue dalle pareti.

40enne picchia la moglie di 21 anni

Tutto è stato scoperto grazie ad una telefonata anonima arrivata ai carabinieri: i militari sono stati avvisati che in un appartamento di Forio d’Ischia – paese sul lato occidentale dell’isola Verde – era in corso una grossa lite con urla e trambusto.

I militari dell’Arma sono quindi intervenuti e, giunti sul posto, avrebbero scoperto l’ennesimo caso di violenza domestica in Italia: un 40enne avrebbe picchiato a sangue la moglie, che secondo quanto riferiscono le fonti locali avrebbe 21 anni.

Ad intervenire sono stati i militari di Forio d’Ischia

A fare notizia, tristemente, non è solo il violento pestaggio ma anche cosa stava facendo l’uomo quando sono arrivati i carabinieri.

Puliva il sangue dalle pareti di casa

Stando a quanto riportato dal Corriere del Mezzogiorno, infatti, dopo aver alzato le mani sulla moglie l’uomo sarebbe stato raggiunto dai militari e sorpreso mentre stava ripulendo il sangue dalle pareti di casa.

Il 40enne è stato immediatamente arrestato: rischia accuse per maltrattamenti, vessazioni e ripetute violenze. È emerso infatti che non sarebbe la prima volta che la 21enne viene picchiata dal consorte.

Lei, invece, è stata portata in ospedale: avrebbe il volto tumefatto, ma se la dovrebbe cavare con una prognosi di 10 giorni per lesioni. Più lungo sarà il percorso riabilitativo per riprendersi dalle violenze subite.

I dati aggiornati sulla violenza di genere

Come detto, l’Italia non è nuova a questi fatti di cronaca e – anzi – è uno di quei casi in cui “sarebbe potuta andare anche peggio”. Dal 1 gennaio al 2 ottobre 2022 sono stati già registrati 222 omicidi e 83 di queste vittime sono donne.

Secondo i dati aggiornati del Ministero degli interni, 72 donne sono state uccise in ambito familiare o affettivo e 43 hanno trovato la morte per mano del partner o dell’ex partner.

Per le donne vittime di violenza o stalking, è attivo il servizio pubblico Telefono Rosa: il numero da chiamare, gratuito e attivo 24 h su 24 con operatrici specializzate nelle richieste di aiuto e sostegno delle vittime, è il 1522.

FAQ

A cosa serve il numero 1522?

Il Dipartimento per le Pari Opportunità promuove il servizio pubblico del 1522 per dare aiuto e sostegno alle vittime di violenza e stalking

Quando rivolgersi ad un centro antiviolenza?

Chiunque abbia subito o stia subendo episodi di violenza può rivolgersi ad un centro antiviolenza

Che servizi offrono i centri antiviolenza?

Svolgono attività di consulenza psicologica, legale, gruppi di sostegno, promozione, formazione e sensibilizzazione, oltre ad offrire un percorso di accompagnamento sul lavoro e raccolta di materiale documentario sui temi della violenza

forio-ischia-picchia-moglie-sangue-pareti Fonte foto: iSTOCK
,,,,,,,,