,,

Matteo Salvini: polemica sull'aborto e affondo al governo Conte

Da Roma il leader della Lega torna ad attaccare il governo Conte bis e la sindaca Virginia Raggi

“Lavoriamo per cambiare l’Europa da dentro ma per noi vengono prima gli italiani”. Con queste parole, riportate dall’Ansa, il leader della Lega Matteo Salvini, intervenuto al Palazzo dei congressi dell’Eur di Roma, spiega la posizione del Carroccio sull’Italexit.

“Io sono ottimista”, ha aggiunto, “e credo che tornati al governo, riusciremo a cambiarla. Se L’Europa non cambierà, decreta la sua morte. Se continueremo a prendere schiaffoni, ne trarremo le conseguenze“.

Matteo Salvini: il nuovo attacco al governo Conte bis

Matteo Salvini poi passa all’attacco del governo Conte bis, negando la possibilità dell’appoggio della Lega ad un esecutivo elettorale: “Tutto ciò che può portare a elezioni mi interessa, tirare a campare no”.

“Penso che il 99% degli italiani abbiano capito che questo governo è unito dall’odio per Matteo Salvini  e dal non voler mollare le poltrone. Non vanno avanti troppo”, ha sottolineato.

“In Parlamento c’è qualcuno che per tirare a campare, venderebbe anche la madre“, attacca l’ex europarlamentare, definendo poi l’attuale esecutivo un governo di “litigiosi incapaci”.

“Se si votasse domani mattina il centrodestra sarebbe la prima forza, è una enorme responsabilità. Ma quando si vota? Prima si vota, meglio è e noi non siamo disponibili a giochini di palazzo”, ha aggiunto Matteo Salvini.

Matteo Salvini, le parole choc sull’aborto

Dal palco del Palazzo dei congressi Matteo Salvini ha parlato anche di aborto: “Abbiamo avuto segnalazione che alcune donne, né di Roma né di Milano, si sono presentate per la sesta volta al pronto soccorso di Milano per l’interruzione di gravidanza”.

“Non è compito mio né dello Stato dare lezioni di morale, è giusto che sia la donna a scegliere per sè e per la sua vita, ma non puoi arrivare a prendere il pronto soccorso come la soluzione a uno stile di vita incivile“, ha specificato Matteo Salvini.

“Qualcuno ha preso il pronto soccorso come il bancomat sanitario per farsi gli affari suoi senza pagare una lira”, ha aggiunto.

Matteo Salvini, elezioni regionali e a Roma

Rispondendo alle domande dei cronisti sulle prossime elezioni regionali e amministrative e sui contrasti con Fratelli d’Italia, Salvini ha affermato: “Sceglieremo delle persone comuni di comune accordo, anche a Roma. Ci sono tante persone tra cui scegliere, tanti romani che si stanno mettendo in gioco”.

“A Roma dopo Marino e Raggi c’è tanto da fare. C’e bisogno di un sindaco e di una squadra eccezionale per Roma. È motivo di orgoglio il fatto che Lega sia protagonista del cambiamento”, ha detto l’ex ministro.

“C’è la monnezza nel centro di Roma. Quella è istigazione a delinquere, solo per quello il sindaco dovrebbe dimettersi, Roma non merita di finire su giornali del mondo come la città dell’immondizia”, ha aggiunto.

VirgilioNotizie | 17-02-2020 06:50

Salvini e caso Gregoretti: le tappe della vicenda Fonte foto: Ansa
Salvini e caso Gregoretti: le tappe della vicenda
,,,,,,,