,,

Carola Rackete da Fabio Fazio: dure critiche di Salvini e Meloni

I leader della coalizione di centrodestra si sono espressi duramente contro l'invito di Carola Rackete nella trasmissione di Fabio Fazio

Ha fatto discutere l’invito di Carola Rackete nel salotto televisivo di Fabio Fazio. La comandante della Sea Watch 3 sarà ospite di ‘Che Tempo Che Fa’ nella puntata che andrà in onda stasera alle 21 su Rai 2. L’annunciata partecipazione della capitana alla trasmissione è stata criticata da Matteo Salvini, Giorgia Meloni e altri esponenti del centrodestra.

Carola Rackete, come anticipato dall’Ansa, presenterà nel talk-show di Fabio Fazio il libro che ha scritto a quattro mani con Anne Weiss, ‘Il mondo che vogliamo. Appello all’ultima generazione‘, uscito lo scorso 4 novembre.

Con lei in studio ci saranno anche Giorgia Linardi, portavoce di Sea Watch Italia, e Muhamad Diaoune, giovane senegalese e calciatore della Sant’Ambroeus F.C. di Milano, squadra formata da richiedenti asilo e rifugiati.

Matteo Salvini contro Carola Rackete ospite da Fabio Fazio

Matteo Salvini, intervenuto a Perugia in occasione della festa organizzata dalla Lega dopo la vittoria alle elezioni regionali in Umbria, ha definito sarcasticamente “un momento di grande televisione” l’ospitata della comandante di Sea Watch 3 a ‘Che Tempo Che Fa’. Definendo poi il conduttore di Rai 2 “quel pozzo di scienza di Fabio Fazio, che invita Roberto Saviano e Carola Rackete”.

“Invitare su una rete pubblica, pagata con denaro pubblico, una che ha speronato una motovedetta militare italiana” succede “solo in Italia. Non in televisione, ma in galera dovrebbe stare“, ha poi sottolineato Matteo Salvini.

Il segretario della Lega, ha poi ribadito su Facebook la sua posizione. “Accolta in tivù con tutti gli onori, a spese degli italiani, una che dovrebbe stare in galera. Roba da matti. Lasciamo la tedesca speronatrice di navi militari alla sinistra e al governo clandestino. Noi stiamo con l’Italia e con Oriana Fallaci, e non molliamo!”.

Matteo Salvini ha poi lanciato l’hashtag #iostoconOriana, ribadendo anche in una diretta video: “Io preferisco donne come Oriana Fallaci”.

Giorgia Meloni contro Carola Rackete ospite da Fabio Fazio

Anche la presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni si è espressa su Facebook sulla vicenda: “Trasporta immigrati clandestini in Italia, viola i nostri confini e sperona una motovedetta della Guardia di Finanza. Risultato? Carola Rackete invitata in Rai come ospite d’onore da Fabio Fazio. Ma esattamente cosa vi hanno fatto gli italiani per essere presi in giro così?!”.

Daniela Santanchè contro Carola Rackete ospite da Fabio Fazio

La senatrice di Fratelli d’Italia Daniela Santanchè, membro della Commissione di Vigilanza, ha fatto sapere in una nota diffusa dall’Ansa di aver presentato un’interrogazione all’ad e al direttore generale della Rai.

“Fabio Fazio non tradisce la radice del suo cognome e si conferma fazio-so. Ospitare, addirittura con tutti gli onori, chi come Carola Rackete, che si rese protagonista dello speronamento dei una motovedetta della Guardia di Finanza, è un’offesa per il servizio pubblico, ma anche per le nostre forze dell’ordine che quotidianamente a rischio della propria vita garantiscono la sicurezza di tutti gli italiani”, ha dichiarato Daniela Santanchè.

“La puntata, oltre a Carola Rackete, vede ospiti altri esponenti e portavoce pro-immigrazione illegale, in spregio a qualsiasi principio d’informazione e di pluralismo. E meno male che questa doveva essere una Rai sovranista”, ha commentato la senatrice.

“Perciò ho presentato un’interrogazione all’amministratore delegato e al direttore generale, per sapere se la Rai fosse al corrente di un tale invito, se siano stati sostenuti dei costi e soprattutto se si ritiene compatibile con la mission del servizio pubblico ospitare chi ha dimostrato di non avere rispetto della legge italiane e delle stesse forze dell’ordine”, ha concluso Daniela Santanchè.

Maurizio Gasparri contro Carola Rackete ospite da Fabio Fazio

“Martedì avremo una audizione, in Commissione parlamentare di Vigilanza, del vertice della Rai. Chiederemo ragione, oltre che di un piano cervellotico, di alcuni episodi precisi e allarmanti”, ha fatto sapere in una nota diffusa dall’Ansa Maurizio Gasparri.

Tra gli episodi da verificare, ha spiegato il senatore di Forza Italia, c’è quello del “capo ufficio stampa della Rai” che “avrebbe affidato incarichi esterni per importanti trasmissioni, compreso Fiorello e il Festival di Sanremo, a una società di comunicazione presso la quale lavorava precedentemente“.

“Abbiamo chiesto chiarimenti e anche le dimissioni di questo capo ufficio stampa”, ha sottolineato Maurizio Gasparri, ma “non abbiamo avuto né i chiarimenti né le dimissioni”. Il senatore ha promesso che “su questo scandalo” martedì “saremo molto drastici“.

Secondo Maurizio Gasparri, l’intervista che andrà in onda questa sera a Carola Rackete “è una vergogna. Fabio Fazio ha distrutto gli ascolti di Rai 1 ed è stato per questo retrocesso su Rai 2, alla quale sta arrecando analoghi dati. I costi sono spaventosi a fronte di risultati penosi“.

“Nonostante questo, la Rai lo difende e lo promuove e gli consente di intervistare una persona che avrebbe potuto uccidere dei militari della Guardia di Finanza con la sua nave. Avremmo voluto interviste e dare solidarietà agli eroi delle forze dell’ordine, che cadono sulle strade d’Italia ogni giorno. Invece la Rai grillina preferisce Carola Rackete, una vergogna assoluta”, ha concluso il senatore.

Davide Faraone difende Fabio Fazio e Carola Rackete

Davide Faraone, capogruppo in Senato di Italia Viva, ha fatto sapere in una nota pubblicata dall’Ansa: “Ai populisti e agli incitatori dell’odio da sempre sta sulle scatole la libera informazione. Fabio Fazio ha tutto il diritto di ospitare Carola Rackete, Giorgia Meloni e Matteo Salvini hanno deciso di cambiare mestiere e fare gli autori tv?”.

“Credo che agli italiani interesserà conoscere la storia di Carola Rackete, che ho conosciuto personalmente, e il suo impegno per salvare vite umane nel Mar Mediterraneo. Massima solidarietà al conduttore e alla trasmissione per gli ignobili attacchi ricevuti da chi dovrebbe occuparsi di tutt’altro”, ha concluso il senatore vicino a Matteo Renzi.

Nicola Fratoianni difende Fabio Fazio e Carola Rackete

Il segretario di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni ha commentato su Twitter: “Due noti esponenti dell’estrema destra che dalla mattina fino a notte fonda occupano ogni spazio tv possibile – Matteo Salvini e Giorga Meloni per chi non l’avesse capito – oggi se la prendono con Fabio Fazio e la Rai, colpevoli di ospitare Carola Rackete e di fare informazione”.

“Stiano sereni, perché il Minculpop è stato soppresso il 3 luglio 1944, e anche se loro ne hanno nostalgia, non verrà ricostituito”, ha concluso, facendo riferimento al Ministero della cultura popolare istituito il 27 maggio 1937 durante il fascismo da Benito Mussolini.

VIRGILIO NOTIZIE | 24-11-2019 11:55

Taormina, esponente Lega danneggia murales di Carola Rackete Fonte foto: Ansa
Taormina, esponente Lega danneggia murales di Carola Rackete
,,,,,,,