,,

Preghiera D'Urso-Salvini, raccolte 200mila firme. Ironia Bonolis

Va forte la raccolta firme on line dopo l'Eterno Riposo recitato durante la trasmissione Live. E Bonolis fa ironia

Non si placano le polemiche sulla preghiera l’Eterno Riposo recitata da Barbara d’Urso e Matteo Salvini domenica sera in diretta e in prima serata su Canale 5. E dopo le migliaia di critiche sui social è stata varata anche una petizione on line per togliere i programmi alla conduttrice Mediaset. Raccolta firme che sta anche andando abbastanza bene in termine di risultati. Intanto anche uomini di chiesa e spettacolo hanno detto la loro, immancabile la battuta al fulmicotone di Paolo Bonolis.

Cosa è successo. Oramai lo sanno tutti. Domenica scorsa, su Canale 5, nell’appuntamento di prima serata con Live – Non è la D’Urso era ospite, via Skype, Matteo Salvini. Il leader della Lega ha voluto dedicare un momento alle tante vittime del Covid-19. E così insieme a Barbara d’Urso ha recitato l’Eterno Riposo.

La petizione. Tante sono state le polemiche sollevate sui social e non solo. Si è arrivati al punto che qualcuno ha lanciato una petizione on line, una raccolta firme sulla piattaforma Change.org dal titolo abbastanza emblematico ‘CancellareIProgrammiDellaDurso‘. “Questa volta ha superato il limite”, ha spiegato sulla piattaforma Mattia Mat, l’utente che ha promosso la petizione per chiedere che il suo programma “venga cancellato definitivamente”. Da ieri la petizione on line ha superato le 200mila firme.

Le reazioni, da Grasso al mondo della Chiesa. Il famoso critico televisivo Aldo Grasso sul Corriere della Sera ha scritto di “ostentazione quanto meno fuori luogo […] la recita di D’Urso-Salvini è suonata stonata, inopportuna, esibizionistica”. Contrastanti i giudizi del mondo della chiesa. Critico Don Antonio Rizzolo, direttore di Famiglia Cristiana “una inaccettabile stumentalizzazione, una ricerca di visibilità fuori luogo”; più permissivo Monsignor Giovanni d’Ercole, segretario della Commissione episcopale per le comunicazioni sociali “Lasciamo che ognuno si esprima dicendo ciò che vuole e se non ci piace cambiamo canale. L’ho vista e ho detto: voltiamo pagina”.

La battuta di Bonolis. E se Sgarbi ha assolto i due, sempre irriverente anche con i colleghi, peraltro di casa Mediaset, Paolo Bonolis non si è lasciato sfuggire l’occasione per una battuta al fulmicotone, ospite del programma radiofonico Un Giorno da Pecora: “Francamente non l’ho visto ma me l’ha raccontato mia moglie stamattina. Ha detto ‘Mannaggia la miseria, non sai cosa è successo ieri…Secondo me, stanno cercando di soppiantare il Santo Padre. Vuole impossessarsi anche del Vaticano, non solo di Canale 5”.

VirgilioNotizie | 01-04-2020 11:13

640x360_c_2_video_1101818_videothumbnail Fonte foto: Mediaset
,,,,,,,