,,

L'operaio Raffaele Massa morto schiacciato tra 2 container al porto di Cagliari durante operazioni di scarico

Un 50enne è morto dopo essere stato schiacciato tra due container durante le operazioni di scarico di una nave nel porto di Cagliari

Pubblicato il: - Ultimo aggiornamento:

Un operaio di 50 anni, Raffaele Massa, è morto nella mattina di venerdì 26 gennaio al Porto Canale di Cagliari dopo essere stato schiacciato tra 2 container durante le operazioni di scarico di una nave. L’incidente è avvenuto al molo Grendi poco dopo le 9:30.

Operaio morto schiacciato tra due container al porto di Cagliari

L’incidente mortale, secondo una prima ricostruzione, sarebbe avvenuto a bordo di una motonave battente bandiera finlandese noleggiata dal Gruppo Grendi, la Estraden.

Per cause ancora da accertare, pare che Raffaele Massa sia rimasto schiacciato tra due container mentre era impegnato a scaricare la nave.

container operaio morto schiacciato porto cagliariFonte foto: ANSA
Il luogo dell’incidente sul lavoro avvenuto al molo Grendi

Al 50enne sarebbe risultato fatale lo schiacciamento subito dal rimorchio del macchinario usato per movimentare i container.

Chi era Raffaele Massa

Raffaele Massa faceva parte di una squadra che era impegnata nella sistemazione dei container.

Durante lo spostamento del materiale è rimasto schiacciato.

Secondo quanto riferito dall’Ansa, a fare scattare per primi l’allarme sarebbero stati proprio i colleghi che si trovavano con lui.

Sul posto sono arrivati i medici del 118 e la polizia, ma per Massa non c’era più nulla da fare: il 50enne è morto sul colpo.

L’intervento degli addetti dello Spresal e le indagini

Sul posto sono intervenuti gli agenti della squadra volante, la polizia scientifica e il medico legale. Presenti anche gli uomini della Capitaneria di Porto e i tecnico dello Spresal della Asl che si occupano di infortuni sul lavoro e i sindacati dei lavoratori.

Gli esperti Spresal attendono l’autorizzazione del magistrato di turno, Daniele Caria per effettuare il sopralluogo nel punto in cui è avvenuto l’incidente.

Il pm che coordina le indagini, condotte dalla polizia e da parte del personale dello Spresal della Asl e della Capitaneria, attende le relazioni per capire con precisione cosa sia accaduto a bordo del cargo.

Nel frattempo è già stata disposta l’autopsia.

Il dolore del Gruppo Grendi: “Massima collaborazione”

I vertici del Gruppo Grendi si sono già attivati per mettersi a disposizione delle autorità in seguito all’incidente avvenuto sulla motonave Estraden. In una nota, infatti, la stessa società ha sottolineato di essere a completa e massima disposizione per la “ricostruzione della dinamica dell’evento”.

Secondo quanto si apprende, gli amministratori delegati Costanza e Antonio Musso sono giunti al porto di Cagliari. “Sgomenti e addolorati dall’evento drammatico, insieme all’intero gruppo si stringono interno ai famigliari del collega”, si legge nel comunicato.

Salvini: “Morti sul lavoro nel 2024 inaccettabili”

Presente a Cagliari per l’evento “L’Italia del sì” nel primo giorno ufficiale di campagna elettorale per le regionali del 25 febbraio, il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Matteo Salvini è stato raggiunto dalla notizia della morte dell’operaio 50enne.

Il vicepremier, dopo un minuto di raccoglimento anche in memoria di Gigi Riva, ha quindi sottolineato: “La sicurezza sul lavoro deve essere assolutamente centrale per il pubblico e per il privato, ma morire sul lavoro a 50 anni è qualcosa che nel 2024 non si può accettare senza reagire e senza intervenite con ogni mezzo necessario”.

porto-cagliari Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,