,,

Covid, anziana invalida di 97 anni multata perché senza seconda dose del vaccino: la rabbia del figlio

L'anziana ricoverata in una Rsa è tra le centinaia di migliaia di ultracinquantenni non vaccinati che hanno ricevuto la raccomandata dell'Ader

Pubblicato il:

Il figlio, incredulo, non sa a chi rivolgersi per contestare la sanzione di 100 euro arrivata alla madre ricoverata in Rsa, per non essersi sottoposta alla seconda dose del vaccino anti-Covid. “Una cosa vergognosa che sia arrivata la multa di 100 euro a una persona con pensione minima, che deve pagare oppure dimostrare l’oggettiva esenzione dalla vaccinazione” ha detto l’uomo a il Gazzettino raccontando la vicenda. La donna, 97 anni, è malata e non può muoversi dal letto della Casa di riposo di Portogruaro (Venezia) dove è ospite.

Le multe

L’anziana è tra le centinaia di migliaia di persone con più di cinquant’anni che hanno ricevuto da parte dall’agenzia Entrate riscossione la “comunicazione di avvio del procedimento sanzionatorio” per non aver fatto il vaccino contro il Covid-19 o non aver ricevuto la seconda dose dall’8 gennaio al 15 giugno scorso.

Il figlio, che si prende cura della 97enne, però non ci sta e non riesce a spiegarsi la raccomandata ricevuta dall’Ader, secondo lui frutto di un disguido nella comunicazione degli atti o probabilmente un errore di invio.

La rabbia del figlio

“Sicuramente mia mamma ha subito ogni sorta di vaccino all’interno dell’Rsa – ha raccontato – Ero stato contattato e avevo dato l’autorizzazione all’epoca, come ho fatto anche adesso per i vaccini antinfluenzali. Per cui non riesco a capire questa comunicazione sulla mancata vaccinazione”.

“Non è nemmeno indicato il fatto che possa essere stata vaccinata e che ciò non sia stato comunicato – ha aggiunto – Non so nemmeno cosa fare e che risposta mandare alla dottoressa che ha firmato la lettera”.

L’uomo non nasconde la sua indignazione per il fatto che un’anziana malata debba pagare la multa per non aver ricevuto la seconda dose del vaccino: “Se queste persone sono poi affette da demenza, come possono difendersi da queste comunicazioni sanzionatorie?”.

Non capisco questo atteggiamento verso gli anziani – ha detto ancora al Gazzettino – Mia mamma non posso nemmeno abbracciarla e l’unico ‘aiuto’ che mi dà lo Stato è la sanzione di 100 euro. Che risulti vaccinata o non risulti, questa sanzione non doveva essere spedita ad un invalido al 100 per cento che non capisce. E che, ormai, a volte neanche mi riconosce quando la chiamo al telefono”.

vaccino-anti-covid Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,