,,

"I nostri artisti che ci fanno divertire": è polemica su Conte

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte è stato criticato per alcune sue parole pronunciate nella conferenza stampa sul Decreto Rilancio

Una frase pronunciata dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte in occasione della conferenza stampa sul Decreto Rilancio ha fatto arrabbiare gli artisti italiani. Presentando i fondi stanziati nell’ambito della cultura, il premier ha detto: “Abbiamo un occhio di attenzione per i nostri artisti che ci fanno tanto divertire e appassionare”.

Su ‘Twitter’, il cantante e presentatore tv Enrico Ruggeri ha scritto: “Gaber, Jannacci, Faletti. Tre signori che ci hanno ANCHE fatto divertire. E molto: ma c era tanto di più. Una frase così volgare l’avrebbero seppellita sotto a un altro sorriso”.

L’attrice Carolina Crescentini ha commentato: “So’ contenta che facciamo tanto divertire e appassionare, ma ricordati che senza sto intrattenimento placa emozioni c’era la guerra civile sotto casa”.

Il comico Luca Bizzarri, invece, si è limitato a ricondividere le parole pronunciate da Conte.

Vittorio Sgarbi, su ‘Facebook’, ha scritto: “L’espressione del Presidente del Consiglio sugli artisti ‘che ci fanno tanto divertire’ è una offesa profonda e irrispettosa per una categoria che più di ogni altra sta subendo gli effetti di una politica scellerata di un governo servo di lobbies di potere. Un governo che per nulla ha a cuore la memoria, la tradizione e la storia di un paese che, con i suoi artisti, ha tenuto alto nel mondo l’onore di una nazione che altrimenti sarebbe stata qualificata come mafia, spaghetti e tengo famiglia. Il ‘mestiere’ dell’artista spesso richiede molti più anni di studio e preparazione di quanti ne siano serviti al prof. Conte per diventare avvocato e, visto che per fare questo ‘mestiere’ non ci si può improvvisare come quando qualcuno viene messo a fare il capo del governo, ma ogni giorno bisogna studiare, comprendere e soprattutto metterci la faccia ogni sera davanti ad un pubblico, almeno, se non ha rispetto per se stesso nel suo ruolo di Presidente del Consiglio, lo abbia per le persone che sta mettendo alla berlina davanti al mondo”

Sempre su ‘Facebook’, Matteo Orfini del Pd ha scritto: “Sono anni che facciamo una certa fatica a spiegare che gli artisti sono prima di tutto dei lavoratori, e non gente che ‘ci fa tanto divertire’. E che la cultura non è solo divertimento, ma molto molto di più. A quanto pare la strada per affermare questi principi è ancora lunga”.

VirgilioNotizie | 14-05-2020 16:09

"I nostri artisti che ci fanno divertire": è polemica su Conte Fonte foto: Ansa
,,,,,,,