,,

Cadavere trovato in una cantina in centro a Torino: Massimo Lodeserto ucciso a martellate, fermato un uomo

Un uomo è stato fermato per l'omicidio di Massimo Lodeserto, 58enne ucciso a martellate: il cadavere in una cantina in centro a Torino

Pubblicato il: - Ultimo aggiornamento:

Ritrovato dopo mesi, morto, in una cantina. Massimo Lodeserto, 58 anni, era scomparso da agosto, suo fratello aveva denunciato la scomparsa mercoledì 30. Il caso era finito persino a Chi l’ha visto?. Nella mattinata di lunedì 4 dicembre, però, il suo cadavere è stato scoperto in uno stabile di via San Massimo, nel pieno centro di Torino, dove risiederebbe un uomo fermato e accusato di omicidio. La vittima, invece, non viveva lì.

Dove è stato trovato il cadavere

A trovare il cadavere in via San Massimo, a Torino, sono stati i carabinieri.

Il corpo era nella cantina di uno stabile di edilizia popolare, dove non viveva la vittima.

cadavere cantina torinoFonte foto: ANSA
Il luogo del ritrovamento del cadavere, a Torino, in via San Massimo

Fermato un uomo: è accusato di omicidio

I militari hanno fermato un uomo, residente in quel palazzo: è accusato di omicidio.

Le indagini dei carabinieri, che andavano avanti da mesi, hanno portato alla perquisizione nelle cantine: il cadavere sarebbe stato fiutato da un cane dell’unità cinofila dell’Arma di Bologna, sotto alcune masserizie.

La cantina dov’è stato trovato il corpo non appartiene al fermato.

Secondo quanto riferito dall’Ansa, dai primi riscontri sembra che la vittima indossasse gli abiti del giorno della scomparsa.

Il presunto assassino, 58 anni, è accusato di omicidio premeditato e occultamento di cadavere: è sotto interrogatorio.

Il titolare dell’inchiesta è il pm Marco Sanini.

Chi è la vittima

La vittima è Massimo Lodeserto, 58 anni, scomparso il 30 agosto.

Originario di Brindisi e ultimo di quattro fratelli, viveva da solo: aveva detto al fratello più grande che non lo avrebbe raggiunto in vacanza in Puglia perché aveva concluso positivamente una prova per un nuovo posto di lavoro in un’impresa di pulizia.

Dal 30 agosto non aveva più risposto alle chiamate dei familiari, che il 3 settembre ne avevano denunciato la scomparsa ai carabinieri.

L’uomo era stato ripreso da una telecamera di videosorveglianza insieme al presunto assassino.

Stando a quanto emerso, sarebbe stato ucciso a martellate.

La vittima e il presunto omicida, che verrà sentito dagli inquirenti questo pomeriggio, si frequentavano.

Pare che alla base dell’omicidio ci fossero motivi economici.

La scomparsa a Chi l’ha visto?

Il caso era stato seguito anche dalla trasmissione Chi l’ha visto?, in onda su Rai 3.

cadavere-torino-via-san-massimo-cantina Fonte foto: Facebook / ANSA

Le forniture di caffè per la tua azienda

,,,,,,,,