,,

Omicidio di Mesenzana: chi era Andrea Rossin, il padre che ucciso figli di 7 e 13 anni e si è tolto la vita

Per i carabinieri soffriva di disturbi psichici e non aveva accettato la separazione. Quanti anni aveva e quale lavoro faceva

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

All’indomani della tragedia di Mesenzana (Varese) emergono nuovi dettagli su chi era Andrea Rossin, l’uomo che nella mattinata di ieri 24 marzo ha ucciso i figli di 7 e 13 anni e poi si è tolto la vita.

Chi era Andrea Rossin, quanti anni aveva e quale lavoro faceva

Rossin, 44 anni, saltuariamente impiegato come operaio tra l’Italia e la Svizzera, stava per separarsi dalla moglie. La decisione sarebbe stata presa dalla coppia circa due settimane fa. Nulla, almeno stando alla sua fedina penale, immacolata, avrebbe fatto presagire l’imminenza del gesto atroce.

Proprio per l’assenza di precedenti da parte dell’uomo, la famiglia non era seguita dai servizi sociali.

Chi erano Giada e Alessio, vittime del padre: frequentavano l’oratorio

Tutta la famiglia di Rossin si vedeva molto poco nel paese di 1600 abitanti in provincia di Varese. Soltanto i figli, Giada e Alessio, frequentavano l’istituto comprensivo del piccolo comune e l’oratorio.

L’omicida 44enne di Varese soffriva di disturbi psichici e non aveva accettato la separazione

L’intera famiglia, stando a un racconto del sindaco Andrea Rossi, viveva dal 2011 nella villetta dove sono stati uccisi i due bimbi. Ultimamente però le cose nella coppia non erano andate bene e marito e moglie vivevano separati.

Andrea Rossin, comunicano i carabinieri, soffriva di disturbi psichici. Secondo le forze dell’ordine, la separazione imminente tra i due non sarebbe mai stata accettata dal 44enne. Da qui, è l’ipotesi, la scelta di punire il partner con l’uccisione di entrambi i figli.

Omicidio Mesenzana, come si sono svolti i fatti

Nuovi dettagli emergono dalle prime indagini condotte sul luogo della tragedia. L’arma del delitto utilizzata da Rossin sarebbe stato un coltello, lo stesso con il quale l’uomo ha poi trafitto se stesso.

I cadaveri dei due figli piccoli, ognuno in una stanza diversa, sono stati trovati in mattinata dalla madre, che dopo aver allertato i soccorsi ha avuto un malore ed è stata ricoverata in ospedale.

Sono stato avvisato dell’accaduto dai Carabinieri nelle prime ore di questa mattina, ancora prima di arrivare in municipio, e mi sono subito precipitato sul posto. Una tragedia assurda, un crimine efferato che sconvolge tutta la nostra comunità”, ha dichiarato a Repubblica il sindaco di Mesenzana Alberto Rossi.

Resta aggiornato sulle ultime news dall’Italia e dal mondo: segui Virgilio Notizie su Twitter.

carabinieri macchina Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,