,,

Mesenzana, padre uccide i figli di 7 e 13 anni e si suicida: si stava separando dalla moglie

Nel Varesotto un uomo di 44 anni ha ucciso i figli di 7 e 13 anni e si è poi suicidato. L'uomo si stava separando dalla moglie

Di: VirgilioNotizie | Aggiornato il:

Tragedia familiare a Mesenzana, in provincia di Varese: un uomo di 44 anni ha ucciso i suoi due figli di 13 e 7 anni e si è poi tolto la vita. È stata la mamma, in fase di separazione dal marito, a scoprire i cadaveri dei figli quando è andata a riprenderli a casa dell’uomo. Ne dà notizia l’Ansa.

Mesenzana, padre uccide i figli di 7 e 13 anni e si suicida

Il dramma è avvenuto nell’abitazione dell’uomo, Andrea Rossin, a Mesenzana, in via Pezza. Sul posto sono intervenute diverse ambulanze del 118, il medico legale e i carabinieri.

Stando ad una prima ricostruzione, l’uomo avrebbe sorpreso nel sonno i due figli, una ragazzina di 13 anni, Giada, e un bambino di 7, Alessio, colpendoli a morte con un coltello. Poi si sarebbe suicidato, presumibilmente con la stessa arma.

Secondo quanto emerso, il 44enne si stava separando dalla moglie e i due figli avevano passato la notte dal padre. Questa mattina la mamma era andata a riprendere i ragazzini per portarli a scuola ed ha fatto la tragica scoperta. La donna, colta da malore, è stata trasportata al pronto soccorso dell’ospedale di Cittiglio.

I due ragazzi andavano a scuola a Mesenzana, piccolo paese del Varesotto di poco meno di 2mila abitanti: la 13enne frequentava la terza media, il fratellino la seconda elementare.

Mesenzana, padre uccide i figli di 7 e 13 anni e si suicida: si stava separando dalla moglie
 I carabinieri sul luogo della tragedia

Mesenzana, padre uccide i figli di 7 e 13 anni e si suicida: le indagini

Sul posto sono intervenuti i carabinieri della Compagnia di Luino e del reparto operativo di Varese e il pubblico ministero di turno. I militari stanno indagando per cercare di ricostruire come si sono svolti i fatti nell’abitazione di via Pezza del 44enne.

E per cercare di risalire alle motivazioni che hanno spinto l’uomo al tragico gesto di uccidere i figli nel sonno. Da capire se ci fossero eventuali tensioni o questioni irrisolte tra Rossin e la moglie.

I due coniugi si erano separati da poco, da non più di due settimane. Secondo quanto riporta Repubblica, non risultano interventi delle forze dell’ordine per liti o condotte violente in famiglia.

Mesenzana, padre uccide i figli di 7 e 13 anni e si suicida: le reazioni

“Sono senza parole. Non ci sono commenti di fronte a tali tragedie. Si può solo pregare”. Così all’Adnkronos don Michele Ravizza, parroco di Mesenzana. “Conoscevo i due figli e la madre, un po’ meno il padre”, ha detto. Il paese “è attonito. Di fronte a tragedie simili non ci sono supposizioni, idee o parole”.

“Sono stato avvisato dell’accaduto dai Carabinieri nelle prime ore di questa mattina, ancora prima di arrivare in municipio, e mi sono subito precipitato sul posto. Una tragedia assurda, un crimine efferato che sconvolge tutta la nostra comunità”, ha dichiarato a Repubblica il sindaco di Mesenzana Alberto Rossi.

“Non facevano vita di paese – ha aggiunto – rientravano alla sera dal lavoro e rimanevano per lo più in casa, tant’è vero che io non li conoscevo personalmente. I bambini però frequentavano l’oratorio. So che il padre viveva qui a Mesenzana quand’era bambino, ma poi si era trasferito altrove. La famiglia era tornata a vivere qui nel 2011”.

Resta aggiornato sulle ultime news dall’Italia e dal mondo: segui Virgilio Notizie su Twitter.

Mesenzana Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,