,,

Presidente della Repubblica, accordo Lega-M5S? Parla Salvini

Salvini ha parlato di un possibile accordo con il M5S sul successore di Sergio Mattarella, del caso mascherine e della vicenda Open Arms

“La mascherina si usa quando serve. Spero poi di tornare alla normalità. Ai giovani dico: usate la testa, mantenete la distanza, rispettate quello che dice la scienza. Però un governo che rinnova l’emergenza senza avere un’emergenza nel paese e fa sbarcare migliaia di persone, è un governo surreale”. Lo ha detto Matteo Salvini a SkyTg 24.

Il leader della Lega ha risposto alle domande sui presunti fondi illeciti dalla Russia, affermando che “semplicemente non ci sono. Lo ribadisco: i soldi non ci sono, i 49 milioni non ci sono e quel filone di inchiesta rientra tra l’altro nel processo Palamara”.

Poi è passato a difendere il presidente della Lombardia Attilio Fontana, coinvolto nel caso camici ma criticato anche per la gestione dell’emergenza coronavirus, affermando che “è un modello”.

E alla domanda sulla possibile ricandidatura di Fontana alle elezioni del 2023, Salvini ha risposto senza dubbi: “Assolutamente sì. Mancano 2 anni e mezzo e può fare ancora di più, ma se Attilio lo vorrà andremo avanti”.

Riguardo al prossimo presidente della Repubblica, Salvini ha così risposto alla domanda se la Lega sia disposta a votare un accordo insieme al M5S: “Se ci sono nomi di garanzia, assolutamente sì. L’importante è che non ci sia qualcuno, penso al Pd, disposto a bivaccare in Parlamento per un anno e mezzo, in attesa di poter incidere sull’elezione del presidente della Repubblica che, ricordo, si farà nell’inverno 2022”.

Il segretario leghista ha poi escluso la possibilità di primarie del centrodestra alle prossime elezioni per definire il leader della coalizione: “Le leadership le decidono gli elettori, sono i cittadini a sceglierle”.

Caso Open Arms, Salvini a processo

“Io vado avanti a testa alta verso il processo che si terrà esattamente tra tre mesi. Metterò sul comodino il count down per questo processo surreale”, ha detto Salvini parlando della vicenda Open Arms.

“Non pretendevo una medaglia, ma andare non a uno ma a due processi per aver difeso il mio paese significa avere contro un plotone politico”, ha aggiunto il leader leghista, accusato di sequestro di persona per aver bloccato lo sbarco di un gruppo di migranti soccorsi in mare e trasferiti sulla nave Open Arms. Migranti poi sbarcati dopo 19 giorni.

“È chiaro ed evidente – ha ribadito – che è un processo politico alla Palamara con i protagonisti di allora che scappano su decisioni prese giustamente tutti insieme”.

VIRGILIO NOTIZIE | 03-08-2020 11:15

Caso Open Arms, le dichiarazioni di Salvini in Senato Fonte foto: Ansa
Caso Open Arms, le dichiarazioni di Salvini in Senato
,,,,,,,