,,

Post su Pertini assassino, bufera su leghista: la sua risposta

Aspre critiche per il messaggio postato su Facebook dal giovane consigliere della Lega che poi ha provato a rimediare

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Sempre fonte di scandalo e indignazione i social. Stavolta a finire indirettamente colpita, a ridosso della Giornata della Memoria, è stata stavolta la memoria di Sandro Pertini. Lo storico presidente della Repubblica Italiana, a cavallo degli anni ’70 e ’80, è stato oggetto di un messaggio oltraggioso da parte di un consigliere della Lega.

Lui si chiama Filippo Frugoli, consigliere comunale a Massa. E’ stato autore di un post su Facebook in cui ha attaccato la memoria dell’ex presidente della Repubblica Sandro Pertini: “Ho saputo che vogliono intitolare un ponte a Pertini. Lo stesso che elogiò Stalin, che da partigiano uccise una marea di persone, lo stesso che annunciò di essere un brigatista rosso. Ci vuole coraggio, se sarà così chiederò di intitolare vie alle vittime dei partigiani e delle BR”.

Nonostante il post sia stato rimosso poco dopo Frugoli non è stato risparmiato dalla bufera che ne è scaturita sul web e sui social visto che qualcuno aveva fatto uno screen del suo post e lo aveva diffuso rendendolo virale. Da lì un fiume in piena di critiche.

Il Partito democratico di Massa ha invitato il giovane consigliere a “studiare”. Il deputato di Sinistra Italiana-Leu, Nicola Fratoianni ha bacchettato anche Salvini a proposito: “Invece di importunare via citofono e di occupare tutte le tv con i suoi comizi, pensi piuttosto ai suoi dirigenti locali e alle sciocchezze che dicono. Questo consigliere comunale dovrebbe dimettersi”.

Resosi conto del caos in cui era finito, Frugoli oggi ha chiesto scusa con un nuovo post in cui si è cosparso il capo di cenere: “Chiedo SCUSA se qualcuno pensa io possa aver offeso la memoria di Sandro Pertini e ribadisco, probabilmente non avrei dovuto fare quel post. Chiedo SCUSA se ho sbagliato. Se ho sbagliato me ne assumo le responsabilità e fine del discorso. Tutti sbagliano nella vita, a 21 anni forse è ancora più facile sbagliare”.

Nonostante le scuse però il web è ancora contro di lui: “Non lo dovevi né scrivere né immaginare. Non solo perché é offensivo per chi ha combattuto perché tu oggi possa dire quello che pensi ma anche perché denota la tua profonda ignoranza della storia della tua Nazione”; “Dimostri di avere comunque dignità e si dimetta”; “Ho visto lo screenshot del post che hai rimosso. Mai visto tante minc..ate in un unico post. Sei l’apoteosi dell’ignoranza e della coglionaggine”.

TAG:

SANDRO PERTINI Fonte foto: Ansa
,,,,,,,,