,,

Michela Murgia paragona Giorgia Meloni alla camorra: la replica di Fratelli d'Italia

Michela Murgia nella bufera per una frase sulla premier Giorgia Meloni e la camorra in riferimento alla vicenda giudiziaria di Roberto Saviano

Pubblicato il:

La scrittrice e attivista Michela Murgia è tornata al centro delle polemiche politiche con il centrodestra. A scatenare la nuova bufera è stata una frase contro la presidente del Consiglio Giorgia Meloni, pronunciata nel corso della puntata di ‘DiMartedì’ andata in onda su La7 il 6 dicembre. La reazione di Fratelli d’Italia non si è fatta attendere.

Le parole di Michela Murgia su Giorgia Meloni

Michela Murgia stava commentando con il conduttore della trasmissione Giovanni Floris lo scontro giudiziario nato tra la premier e lo scrittore Roberto Saviano. Quest’ultimo è stato trascinato in tribunale per l’appellativo “bastardi” declamato nel mese di dicembre del 2020 durante un’intervista sul tema migranti a ‘Piazza Pulita’. Dopo la querela della leader di Fdi, è stato rinviato a giudizio con l’accusa di diffamazione.

La scrittrice e attivista sarda ha voluto far notare che “i capi di governo non portano gli intellettuali alla sbarra in nessun paese democratico”. E ha aggiunto: “Due persone, due entità, perseguitano in questo momento Roberto Saviano: una è la camorra dato che ha ancora la scorta e quindi vuol dire che c’è qualcuno che sta valutando come lui sia ancora in pericolo, l’altra è la presidente del Consiglio“.

michela murgia giorgia meloni come camorraFonte foto: IPA
Michela Murgia in uno scatto di qualche anno fa alla Fiera Nazionale della Piccola e Media Editoria

Dopo le parole della scrittrice, Floris ha subito sottolineato che per quanto affermato si sarebbe potuto scatenare un putiferio, come poi è effettivamente avvenuto. “È un parallelo che le verrà rinfacciato – le ha detto – da una parte c’è una lecita querela, mentre dall’altro ci sono criminali”.

La reazione di Fratelli d’Italia

La pesante allusione di Michela Murgia sulla premier Meloni e la camorra ha fatto insorgere Fratelli d’Italia. “Siamo al delirio totale” ha affermato il capogruppo del partito alla Camera Tommaso Foti, sostenendo che si continua ad alimentare “una campagna di odio contro il capo del governo”.

Il vicepresidente della commissione Affari costituzionali della Camera Riccardo De Corato si auspica che i conduttori televisivi non invitino più la scrittrice nelle loro trasmissioni. “Non bastavano le foto bruciate, le continue minacce al presidente del Consiglio, ora si è passati ai paragoni della stessa con i clan mafiosi! Tutto questo è inconcepibile e assurdo”, ha detto il parlamentare.

“Quando una donna, che dovrebbe essere un’importante intellettuale, dà della bastarda e del criminale al presidente del Consiglio e lo paragona alla camorra è normale che un pregiudicato, mantenuto a spese di chi lavora con il reddito di cittadinanza di cui teme di essere privato, si lasci andare a parole che costituiscono reato”, ha invece dichiarato il capogruppo al Senato di Fdi, Lucio Malan.

Meloni minacciata, individuato il responsabile

Le dichiarazioni degli esponenti di Fratelli d’Italia sono riferite alle recenti minacce di morte che la prima ministra Giorgia Meloni ha ricevuto sui social. Come noto, la Polizia Postale ha già identificato il presunto autore dei messaggi minatori, arrivati dopo l’annuncio delle modifiche strutturali del Reddito di cittadinanza.

Si tratta di un 27enne disoccupato, che risulta adesso indagato per violenza privata aggravata nei confronti della presidente del Consiglio. A seguito delle minacce, Meloni aveva ricevuto la solidarietà pubblica di diversi esponenti politici, non solo appartenenti al suo partito.

murgia-meloni-come-camorra-reazione-fdi Fonte foto: IPA
,,,,,,,,