,,

Giorgia Meloni sospende Calogero Pisano, il candidato di Fratelli d'Italia che inneggiava a Hitler e Putin

Calogero Pisano sospeso da Fratelli d'Italia: aveva scritto post che inneggiavano a Hitler e Putin

Pubblicato il:

Calogero Pisano sospeso con effetto immediato. Lo ha deciso il suo stesso partito, Fratelli d’Italia, dopo che sono emersi dei post social scritti dal politico che inneggiano a Hitler e Putin. Pisano, dopo che il caso è deflagrato, ha chiesto scusa, rinnegando le posizioni assunte in passato.

La nota di Fratelli d’Italia: Pisano sospeso

“Calogero Pisano – si legge nel comunicato pubblicato da Fdi – è sospeso con effetto immediato da Fratelli d’Italia; è sollevato da ogni incarico di partito, a partire da quello di coordinatore provinciale di Agrigento e di componente della Direzione nazionale”.

“Da questo momento in poi – prosegue la nota – Pisano non rappresenta più FdI ad ogni livello e a lui viene inibito anche l’utilizzo del simbolo. Viene deferito al collegio di garanzia del partito per ogni ulteriore decisione”.

Le denunce dei post a favore di Putin e Hitler

Il vicesegretario del Pd, Provenzano, e la Presidente della comunità ebraica di Roma, Dureghello, avevano denunciato le posizioni di Pisano a favore di Hitler e Putin, ricordando che il politico è (a questo punto “era”) candidato al collegio uninominale della Camera per le elezioni previste il 25 settembre, con alte probabilità di essere eletto nelle file dei deputati.

Circa un anno fa, Pisano si pronunciava con toni nostalgici in riferimento al periodo buio europeo segnato dall’ascesa di Adolf Hitler, definito “un grande statista”. In aggiunta si professava solidale con l’attuale leader del Cremlino: “Io sto con Vladimir Putin“.

Inoltre Pisano, nel 2014, postava una foto di Giorgia Meloni dal palco con tanto di slogan usato ad un evento del partito. “L’Italia sopra a tutto”, il motto di cui andava orgoglioso. Motto che, secondo Pisano, riecheggiava “lo slogan di un grande statista di 70 anni fa”.

In effetti, quelle parole sembrano proprio una riedizione del ‘Deutschland über alles’ dell’inno tedesco, utilizzata come parola d’ordine suprematista e ariana dai nazisti. A chi pensava che lo slogan fosse riconducibile a Benito Mussolini, Pisano replicava così: “Ma io parlo di un tedesco”.

Le scuse di Calogero Pisano

Dopo la bufera scatenatasi, Pisano ha chiesto scusa. “Anni fa ho scritto cose profondamente sbagliate. Avevo cancellato il mio profilo personale su Facebook perché mi vergognavo delle cose che erroneamente avevo pubblicato”, ha dichiarato il politico tramite una nota social.

“Non so come Repubblica le abbia trovate – ha aggiunto -, ma sono il primo a condannare senza ambiguità quelle espressioni. Chiedo scusa a chiunque si sia sentito offeso da quei post che a distanza di anni giudico indegni”.

meloni-pisano Fonte foto: ANSA - Facebook
,,,,,,,,