,,

Formigli contro Giorgia Meloni a 'Piazzapulita': "Il Governo va in onda su Tele Giorgia". L'attacco in Tv

Il conduttore del programma del giovedì su La7 è tornato a contestare alla premier l'assenza di un confronto con la stampa

Pubblicato il:

Corrado Formigli non risparmia bordate a Giorgia Meloni che torna ad attaccare su ‘Piazzapulita’ per la gestione della comunicazione del Governo che, secondo il conduttore, “va in onda su Tele Giorgia”. Il giornalista ha preso nuovamente di mira la presidente del Consiglio durante l’editoriale del suo programma su La7, criticando l’assenza di confronti con la stampa.

L’attacco di Formigli a Meloni

“Quegli antichi riti durante i quali i capi di Governo e ministri spiegavano i loro provvedimenti più importanti, nelle conferenze stampa in cui si rispondeva alle domande dei giornalisti? Ecco, roba superata ha detto così Corrado Formigli in apertura della puntata di ‘Piazzapulita’ di giovedì 4 maggio.

Corrado Formigli è tornato a contestare alla premier l'assenza di un confronto con la stampaFonte foto: ANSA

Il conduttore di ‘Piazzapulita’, Corrado Formigli

“L’ultima conferenza stampa fatta dal Presidente risale a 56 giorni fa, un record”, ha ricordato il conduttore Formigli. “A Cutro ed effettivamente non andò in una maniera particolarmente positiva. Poi più niente. Il Presidente del Consiglio non fa conferenze stampa, non partecipa a programmi di approfondimento, non rilascia interviste registrate, tutt’al più se vuole parlare manda una lettera a qualche giornale o, quando ritiene di aver realizzato un provvedimento storico, fa un video autoprodotto modello Instagram”.

Formigli: “In onda Tele Giorgia”

“Ecco la comunicazione nell’era Meloni” ha continuato Formigli mandando in onda il registrato dell’1 maggio con il quale Giorgia Meloni ha presentato il decreto lavoro, “in un Palazzo Chigi illuminato che sembra Versailles, zero domande, zero giornalisti”.

Il governo Meloni? Va in onda su Tele Giorgia” è stata la provocazione di Formigli ” e dietro quella porta, il Consiglio dei ministri è poco più dello sfondo di uno spot”.

“Certo non è l’unica presidente del Consiglio a celebrare i provvedimenti del Governo con un fare autopromozionale” ha poi precisato il giornalista. “Di Presidenti del Consiglio imbonitori ne ricordiamo molti, da Berlusconi a Renzi. Anche Draghi non faceva interviste in Tv, ma almeno rispondeva ai giornalisti in conferenza e ne faceva in media due al mese”.

Formigli contro Meloni: il precedente

Non è la prima volta che il conduttore di ‘Piazzapulita’ contesta la mancanza di un confronto con i vertici dell’attuale Governo. Nella puntata dello scorso 13 aprile Formigli aveva accusato sia Giorgia Meloni, sia anche il vicepremier Matteo Salvini di boicottare la sua trasmissione.

“Vorrei rivolgere una domanda ai leader dei due principali leader di governo e chiedo loro di motivare con chiarezza le ragioni per le quali nessun esponente di Fratelli d’Italia e della Lega, a partire dai vertici fino all’ultimo consigliere municipale, accetti di partecipare al nostro programma“, aveva detto il presentatore in avvio di trasmissione.

“Ogni settimana proviamo ad invitare esponenti di questi due partiti – aveva rivelato – i loro leader ci hanno detto più volte, anche sdegnosamente, che non hanno intenzione di partecipare. Ma quando siamo andati ad invitare esponenti di rango minore, ma anche ministri, ci siamo sentiti dire: ‘vorremmo partecipare, verremmo volentieri, siamo pronti al confronto’. Però poi ci richiamano e ci dicono che è vietato perché è stato proibito dai vertici”.

formigli-meloni Fonte foto: ANSA

Energia: aiuti di Stato per le aziende

,,,,,,,,