,,

De Luca contro Governo e De Magistris: il nuovo sfogo social

Il nuovo doppio attacco del governatore della Campania Vincenzo De Luca al Governo e De Magistris

Il governatore della Campania Vincenzo De Luca, in attesa di comunicazioni ufficiali del Governo sul destino della Regione (che potrebbe cambiare fascia di rischio nelle prossime ore), ha rilasciato nuove dichiarazioni polemiche nel corso di una diretta Facebook.

De Luca ha detto: “La cosa intollerabile è che quelli che hanno banalizzato il problema, hanno perduto mesi preziosi e che non hanno mosso un dito, sembra che oggi siano tutti diventati rigoristi”.

Il presidente della Regione Campania, come riporta ‘Ansa’, ha citato poi i provvedimenti presi in tutti questi mesi, sottolineando come da parte del Governo e del Comune di Napoli non sia stato fatto lo stesso.

In merito al Comune di Napoli, nello specifico, il governatore ha parlato di “nullità assoluta“.

Poi De Luca, citando il lungomare di Napoli affollato nello scorso weekend, ha parlato di immagini che “non motivano la zona rossa ma la zona strarossa” e di “cose vergognose“.

E ha aggiunto: “Prenderemo provvedimenti rigorosi sul Lungomare di Napoli, le strade della movida, dovunque andremo avanti senza guardare in faccia nessuno”.

L’attacco a De Magistris: “Il sindaco avrebbe dovuto decidere ma era impegnato a girare per le tv a farsi pubblicità“.

Ancora De Luca: “Abbiamo avuto sindaci coraggiosi e responsabili che hanno chiuso perché erano preoccupati e poi c’è chi girava per le televisioni a sporcare l’immagine di Napoli e della Campania. Non ci sono parole“.

Il governatore ha anche detto: “Se il Governo assumerà misure di rigore, dico meglio tardi che mai”.

Poi l’affondo durissimo sul Governo Conte: “Fatti salvi 3-4 ministri. questo non è un Governo. Anziché andare allo sbaraglio sarebbe meglio avere un Governo che non produca il caos che è stato prodotto in Italia. In queste condizioni meglio mandare a casa il Governo”.

E ancor: “Non è tollerabile alcun rapporto di collaborazione con ministri come Spadafora, che ha raccontato bestialità o con il signore di cui ho fatto il nome (il riferimento, riporta ‘Ansa’, è a Luigi Di Maio), che ho sfidato ad un dibattito pubblico già anni fa. Rinnovo l’invito in diretta tv, sperando che non faccia il coniglio come ha fatto nei 3-4 anni precedenti”.

VIRGILIO NOTIZIE | 13-11-2020 15:48

Covid hotel, in quali Regioni sono e a cosa servono Fonte foto: Ansa
Covid hotel, in quali Regioni sono e a cosa servono
,,,,,,,