,,

Covid, Campania pronta a zone rosse e chiusure: l'annuncio

La Campania comunica la definizione di misure restrittive sul territorio, ma De Luca non rinuncia alle polemiche

La Campania si prepara a seguire le altre Regioni, Emilia Romagna, Veneto, e Friuli Venezia Giulia, che nelle ultime ore hanno firmato ordinanze restrittive per il contrasto alla diffusione al coronavirus. Secondo quanto riportato dall’Ansa, l’Unità di crisi regionale della Campania sta pianificando zone rosse nelle città con un alto numero di contagi e misure per la limitazione di attività commerciali non essenziali. Ma la decisione è accompagnata dallo scontro politico.

Covid, Campania pronta a zone rosse e chiusure: le misure

“Si sta decidendo in queste ore l’istituzione di zone rosse nelle città della Campania dove si registra un livello alto di contagi e dove è indispensabile una drastica riduzione della mobilità, in coordinamento con le Prefetture competenti e con i Comuni per garantire l’indispensabile impiego delle Forze dell’Ordine per il controllo sui territori”, comunica l’Unità di crisi.

Nell’ambito del piano i tecnici stanno anche definendo “misure di limitazione per attività commerciali non essenziali e nel fine settimana tali decisioni saranno assunte sulla base della valutazione tecnica dell’Unità di crisi regionale e degli epidemiologi che ne fanno parte”.

Con l’annuncio dei responsabili della gestione dell’epidemia in Campania si è reso noto inoltre che  “nella giornata di ieri è stato fatto invito al Prefetto di Napoli di procedere all’adozione di misure restrittive nelle aree di maggiore assembramento nel territorio di Napoli e della provincia” con una “priorità al controllo sul lungomare di Napoli  e su alcune strade del Centro storico cittadino, dove si sono verificati fenomeni di assembramenti illegali, irresponsabili e pericolosi sotto il profilo sanitario“.

Covid, Campania pronta a zone rosse e chiusure: il sostengo di Boccia

La decisione arriva dopo una pomeriggio caratterizzato dal confronto tra le amministrazioni locali e il governo nella videoconferenza Stato-Regioni, dove il ministro per gli Affari regionali Francesco Boccia si era rivolto così al presidente De Luca: “Se vuoi adottare misure più rigorose ti sosteniamo così come abbiamo sostenuto oggi Emilia Romagna, Veneto e Friuli Venezia Giulia con l’intesa data dal ministro della Salute”.

“Il Governo è totalmente al fianco di tutta la comunità campana e ha sempre garantito il massimo aiuto alla Regione attraverso il commissario Arcuri con i ventilatori polmonari e i materiali distribuiti e la Protezione civile attraverso il personale medico.” ha aggiunto Boccia.

Durante il vertice il ministro ha tentato di mettere un punto alla questione chiusure in Campania ribadendo il sostegno al governatore De Luca: “Dal 24 ottobre la Campania ha sul tavolo, attraverso la Protezione civile, la disponibilità di 2.236 operatori sanitari, arruolateli e se avete bisogno di altri volontari facciamo un bando ad hoc solo per la Campania domani mattina, ma basta polemiche“.

“Ci sono 1.172 medici campani che vogliono lavorare in Campania e oltre un migliaio di altri operatori sanitari”, ha concluso Boccia.

Covid, Campania pronta a zone rosse e chiusure: De Luca contro Ricciardi

Nonostante la predisposizione di misure più restrittive nella sua Regione, il presidente della Regione Campania non spegne lo scontro politico e rilancia comunicando di aver dato mandato agli uffici regionali di “procedere legalmente contro il consulente del Ministro della Salute, il signor Ricciardi“, che oggi aveva affermato che a Napoli ci sono “scene da guerra negli ospedali”.

VIRGILIO NOTIZIE | 12-11-2020 21:43

Ordinanza Covid in Veneto, Emilia Romagna e Friuli Venezia Giulia Fonte foto: Ansa
Ordinanza Covid in Veneto, Emilia Romagna e Friuli Venezia Giulia
,,,,,,,