,,

Coronavirus, morto il medico 'eroe': maxi indennizzo

Il governo cinese annuncia l'apertura di un'indagine sulla vicenda, nel mentre i social insorgono e commemorano Li Wenliang

La Cina ha annunciato l’avvio di un’indagine dopo la morte di Li Wenliang, il medico 34enne che per primo lanciò l’allarme coronavirus a Wuhan e che proprio le autorità avevano cercato di censurare. Ne dà notizia l’Ansa. Nel mentre continua l’epidemia di 2019-nCoV in Cina.

Li Wenliang è deceduto alle 2.58 locali, ovvero le 19.58 in Italia. La notizia della sua morte era stata diffusa alcune ore prima, per poi essere smentita e infine confermata.

Il governo del Paese ha fatto sapere in un comunicato ufficiale che i morti a causa del contagio sono saliti a 636, di cui 69 solo nelle ultime 24 ore. Tra loro anche il medico che per primo ha dato l’allarme. Attualmente i contagi sono 31.161, di cui 4.800 in gravi condizioni. La provincia maggiormente colpita resta quella di Hubei, dove si trova la città focolaio Wuhan, con 2.447 nuovi casi.

La Commissione per l’ispezione disciplinare cinese, l’Anticorruzione del Partito comunista cinese (Pcc), ha spiegato in una nota che un team investigativo sarà inviato a Wuhan per poter “condurre un’indagine completa sulla questione relativa al dottore Li Wenliang, riportata finora in modo ampio”.

Gli hashtag più diffusi su Weibo, il Twitter cinese, riguardano proprio la morte del medico, con milioni di ricondivisioni di #vogliolalibertàdiparola. A poche ore dalla sua dipartita, il web è insorto esprimendo rabbia e cordoglio.

Gli utenti di WeChat hanno ricondiviso a catena immagini e messaggi di tristezza per la perdita di un “eroe” e riferimenti a ‘Senti il popolo cantare’, celebre brano de Les Misérables. E ancora una citazione dello stesso Li Wenliang: “Una società sana non dovrebbe avere una sola voce“.

Alcuni utenti si spronano a vicenda per scendere in strada, facendo allusioni poetiche alla fallacia del Partito comunista. La maggior parte dei post critici, tuttavia, sembra essere stata censurata dal grande firewall del Paese.

Coronavirus, morte del medico eroe: maxi indennizzo

Li Wenliang sarà “compensato” dall’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro con un indennizzo totale di oltre 800.000 yuan (circa 114.000 dollari) per il funerale e le altre spese.

Lo riporta l’agenzia Xinhua, secondo cui l’Ufficio comunale per le risorse umane e la previdenza sociale di Wuhan verificherà anche il pagamento della pensione per i suoi parenti a norma di legge.

VIRGILIO NOTIZIE | 07-02-2020 18:44

Coronavirus, rimpatriati gli italiani da Wuhan Fonte foto: Ansa
Coronavirus, rimpatriati gli italiani da Wuhan
,,,,,,,