,,

Uccise fidanzata a Firenze, pena dimezzata dai giudici: "Era turbato"

Un 32enne è stato condannato a 16 anni invece che a 30 perché era "turbato" dopo il femminicidio commesso

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

È destinata a far discutere la sentenza della Corte d’appello di Firenze che ha ridotto da 30 a 16 anni la pena per femminicidio a un 32enne. Il delitto  avvenne il 24 novembre 2018 in un ostello fiorentino a seguito di una lite tra l’uomo, del Myanmar, e la compagna, una 21enne cinese.

Prima di tutto, ha dichiarato la Corte, bisogna specificare che si tratta di “un uomo realmente turbato e sconvolto dall’azione compiuta“, che dette l’allarme e non tentò la fuga. Ne dà notizia l’Ansa.

Nelle motivazioni della sentenza si legge che “occorre valorizzare il profilo psicologico del comportamento” dell’imputato nell’immediatezza del fatto, reazione che “vale molto più di tanti pentimenti e richieste di perdono sbandierate in udienza a distanza di giorni se non mesi”.

Così, è stata accolta una delle istanze avanzate dal difensore del 32enne, l’avvocato Francesco Stefani: dai giudici di secondo grado erano state concesse all’uomo le attenuanti generiche in ragione dell’atteggiamento tenuto nelle fasi immediatamente successive all’omicidio.

Con rito abbreviato, il 9 luglio 2020 l’uomo era stato condannato dal gup a 30 anni e ora la condanna è stata quasi dimezzata.

Stando a quanto rilevato dalla Corte d’assise d’appello il 32enne non tentò di scappare dopo aver strangolato la compagna nel corso di una lite nella camera che occupavano nell’ostello. Una volta che si rese conto di quanto aveva fatto, si era subito recato alla reception per dare l’allarme, poi, dopo aver spiegato agli addetti dell’ostello di aver strangolato la 21enne, si era seduto sulle scale mettendosi a piangere in attesa dell’arrivo della polizia.

Tuttavia, la corte ha respinto la richiesta della difesa di riconoscere la circostanza attenuante della provocazione, in base alla quale l’uomo avrebbe commesso il delitto in reazione a presunti continui soprusi. L’avvocato Stefani si è detto soddisfatto per la diminuzione della pena ma ha comunque annunciato ricorso in Cassazione.

Uccise fidanzata a Firenze, pena dimezzata dai giudici: "Era turbato" Fonte foto: ANSA

La scelta ideale per l'autumobilista

,,,,,,,,