,,

Scompare di casa e il cadavere viene ritrovato nel fiume Oglio a Palazzolo; in corso le indagini

Il corpo di un uomo è emerso dal fiume Oglio nei pressi del comune di Palazzolo, è giallo sulla morte

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

È emerso dalle acque del fiume Oglio, nei pressi di Palazzolo nella provincia di Brescia, il cadavere di un uomo. Secondo quanto riporta il Giornale di Brescia, il corpo è stato scoperto nel pomeriggio del 23 febbraio da un operaio impegnato a tagliare alberi lungo gli argini del fiume, che ha subito lanciato l’allarme allertando le forze dell’ordine.

Cadavere nel fiume Oglio a Palazzolo, il ritrovamento

Sul posto sono intervenuti vigili del fuoco e carabinieri per recuperare il cadavere, per poi procedere con l’identificazione della vittima. Secondo quanto si apprende, si tratta di un 60enne residente nella provincia di Bergamo.

L’area in cui è stato trovato il corpo è stata già scelta in passato da persone che si sono poi tolte la vita, ma al momento tutte le ipotesi sono ancora al vaglio.

PalazzoloFonte foto: Tuttocittà
L’area presso la quale è stato rinvenuto il cadavere dell’uomo

Cadavere nel fiume Oglio a Palazzolo, le indagini

Secondo le prime analisi effettuate dal medico legale, sul corpo non ci sarebbero segni di violenza. Le ipotesi al momento più accreditate sono quelle di un malore dell’uomo, un incidente mentre passeggiava nei pressi del fiume o il suicidio.

Come riporta Brescia Today, l’uomo si sarebbe allontanato dalla casa dove viveva con la madre nella mattinata di ieri, per poi far perdere ogni traccia di sé.

I casi di cronaca collegati al fiume Oglio

Non sono rari episodi di decessi legati al fiume Oglio. Nel giugno 2019, un 17enne è annegato nel fiume Oglio, a Palosco, in provincia di Bergamo. Il giovane, di origini senegalesi e residente a Cenate (Bergamo), si era tuffato per recuperare la palla con la quale stava giocando con alcuni amici sulla riva, e lì ha trovato la morte.

Nell’agosto del 2021, invece, dal fiume Oglio è emerso il corpo senza vita di Laura Ziliani, la vigilessa scomparsa a Temù per la cui morte sono finite in carcere due delle tre figlie. Proprio il prossimo venerdì, il 25 febbraio, si celebreranno a Brescia i funerali della donna, dopo più di otto mesi dal rinvenimento del cadavere.

oglio Fonte foto: 123rf

Le forniture di caffè per la tua azienda

,,,,,,,,