,,

Muro antimigranti con la Slovenia, la frenata di Salvini

Esclusa al momento la barriera proposta dal governatore friulano Fedriga

“Solo come ultima ipotesi“: lo ha detto il ministro dell’Interno Matteo Salvini, riferendosi al barriera antimigranti proposta nei giorni scorsi dal governatore leghista del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga. La frenata del vicepremier arriva da Trieste, dove il vicepremier è intervenuto per siglare un importante accordo commerciale con l’Ungheria: il governo di Viktor Orban ha acquistato uno spazio di 32 ettari sulla banchina del porto friulano, una vera e propria porta di accesso sul mare per il paese magiaro.

Secondo quanto riferisce Il Corriere della Sera, il no al muro del leader leghista è arrivato dopo le telefonate con Bostjan Poklukar e Davor Bozinovi, i suoi omologhi di Slovenia e Croazia. Un confronto in un “clima buono”: con entrambi il ministro dell’Interno ha deciso di rafforzare la collaborazione, con pattugliamenti congiunti ai confini per intercettare i migranti che tentano di entrare in Europa via terra, attraverso la cosidetta ‘rotta balcanica’. Una pista non molto battuta, con numeri decisamente minori rispetto a quella via mare, in particolare dopo gli accordi tra l’Unione Europea e la Turchia che hanno bloccato quasi completamente il flusso di migranti.

Nei primi mesi del 2019 i numeri sono tornati a salire, ma non tanto da giustificare il muro evocato da Fedriga, che potrebbe inasprire i rapporti con la Slovenia, paese membro dell’Unione Europea che aderisce al Trattato di Schengen sulla libera circolazione. “Ma non escludiamo nulla. Ci siamo dati qualche settimana di tempo: faremo un bilancio sui risultati di questi controlli e poi valuteremo”, ha dichiarato Salvini.

VirgilioNotizie | 06-07-2019 11:12

salvini-trieste Fonte foto: Ansa
,,,,,,,