,,

Milano a 30 km/h per le auto, il sindaco Sala torna sul limite di velocità: "Non sarà in tutta la città"

"Verifiche in atto, applicheremo la norma dove possibile ma non in tutta la città" ha detto il sindaco Sala, tornando sul tema del limite dei 30km orari

Pubblicato il: - Ultimo aggiornamento:

Il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, torna sull’argomento del momento, ovvero il limite di velocità a 30km/h, approvato dal Consiglio comunale, che entrerà in vigore dal 2024 nel capoluogo lombardo. Sala ha però specificato che la nuova norma non verrà applicata in tutta la città.

Milano a 30 km/h

Il sindaco del capoluogo lombardo è intervenuto a margine del Congresso della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano, a seguito del dibattito e delle numerose polemiche giunte a causa dell’approvazione in Consiglio comunale del limite massimo di velocità di 30 chilometri all’ora in tutta la città dal 2024.

“Gli uffici stanno lavorando” per trovare le condizioni migliori per applicare la nuova norma, ha detto Giuseppe Sala, che in ogni caso diventerà attiva “non su tutta la città”. “Il limite dei 30 km orari – ha aggiunto – è uno stimolo che ci dà il Consiglio comunale su cui sto riflettendo con attenzione”.

Milano, il sindaco Sala sul limite dei 30 km all’ora: “Non sarà in tutta la città”Fonte foto: ANSA
Traffico a Milano

In virtù delle nuove analisi al vaglio, il sindaco non si dice neanche sicuro che la norma possa effettivamente entrare in vigore dal primo gennaio 2024, ma in ogni caso “posso confermare che ci stiamo lavorando”.

I vigili contrari alla norma

I vigili del capoluogo però, come riporta il Giornale, non ci stanno e bollando la nuova misura come “demagogica”.

Secondo gli agenti il limite a 30 km orari “peggiora il traffico, non abbassa l’inquinamento, anzi lo fa alzare, e non fa diminuire il numero degli incidenti”.

A tal proposito è intervenuto Daniele Vincini, segretario regionale del Sulpl (Sindacato unitario lavoratori polizia locale), secondo il quale buona parte degli incidenti cittadini non si verificano a causa delle alte velocità, ma delle continue distrazioni degli automobilisti, come smartphone o navigatore.

L’importanza della velocità

In ogni caso la norma, approvata in Consiglio lunedì 9 gennaio 2023, anche se non mira a risolvere ogni rischio legato agli incidenti, punta comunque a ridurre sostanzialmente traffico e inquinamento.

Vincini però non è d’accordo su questo punto: “Rallentando la velocità è evidente che il traffico sarà nettamente più congestionato, con il conseguente aumento delle emissioni di polveri sottili”.

“La velocità è un moltiplicatore dei danni negli incidenti, non certo la causa” conclude Vincini. Mentre dal sindacato di categoria fanno notare che a Milano già c’è il limite dei 30 orari in tutta la Cerchia dei Navigli e in diverse zone del territorio. Ma nessuno, o quasi, lo rispetta.

sala-sindaco Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,