,,

Laura Ziliani, emergono nuove intercettazioni di Mirto e delle figlie

Emergono altri dettagli relativi all'omicidio di Laura Ziliani, l'ex vigilessa scomparsa a Temù lo scorso maggio

A Storie Italiane, trasmissione di Rai Uno condotta da Eleonora Daniele, sono state svelate altre intercettazioni dell’inchiesta sul delitto di Laura Ziliani, l’ex vigilessa 55enne uccisa nel bresciano, a Temù. Le indagini hanno portato all’arresto di tre persone: le figlie della vittima, Silvia e Paola, e il fidanzato di una delle due, Mirto.

Da quanto ricostruito dagli inquirenti, la donna sarebbe stata vista da Silvia, Paola e Mirto come un ostacolo al raggiungimento dei loro obiettivi. I tre hanno tramato per entrare in possesso dell’eredità della 55enne che è stata prima drogata e poi soffocata nel sonno.

Secondo gli esperti presenti nello studio televisivo di Storie Italiane, dalle intercettazioni trasmesse, è emerso il profilo di un manipolatore, Mirto, che suggeriva alle due sorelle di mostrarsi preoccupate per le strade di Temù. Da quanto trapelato, inoltre, pare che Mirto avesse una relazione ‘clandestina’ con la sorella della fidanzata e che sarebbe stato lui a gestire gli affari di famiglia dopo l’omicidio di Laura.

Nelle scorse ore, è emerso anche un altro dettaglio della vicenda. Laura Ziliani si sarebbe recata a Temù poco prima di essere uccisa per festeggiare la festa della mamma (cascata il 9 maggio 2021) insieme alle figlie e a Mirto.

Questo è quello che raccontano le amiche della donna dopo che lei stessa sul gruppo WhatsApp aveva raccontato che non avrebbe partecipato a una gita organizzata sabato 8 maggio: “Io Festa della mamma, vado dalle mie bambine”. Proprio quel sabato si è persa ogni traccia dell’ex vigilessa.

VirgilioNotizie | 27-09-2021 14:28

laura-ziliani Fonte foto: ANSA
,,,,,,,