,,

Barista 39enne trovata senza vita in Val di Non: dubbi sul ritrovamento, si indaga per omicidio

Secondo gli inquirenti il corpo della barista trovato senza vita giovedì scorso sul fondo di una forra a Ton Trentino, potrebbe essere stato spostato

Pubblicato il:

Sono ancora avvolti nel mistero gli ultimi momenti di vita di Vinitha Nicolò, la barista 39enne trovata senza vita in Trentino lo scorso 29 settembre.

Molti i dubbi riguardo la posizione del corpo nella quale è stata ritrovata, si indaga per omicidio.

La scomparsa e il ritrovamento

La scomparsa di Vinitha Nicolò, barista di 39 anni originaria dello Sri Lanka e residente a Vervò, piccolo comune della Val di Non, era stata segnalata dai familiari il 28 settembre.

Barista 39enne trovata senza vita in Val di Non: dubbi sul ritrovamento, si indaga per omicidioFonte foto: Virgilio Notizie
La zona del ritrovamento

Le ricerche, subito partite con l’aiuto di droni e delle unità cinofile, hanno individuato il corpo il giorno dopo nelle acque del rio Pongaiola, in fondo a una forra in località Tos, frazione del Comune di Ton, in Val di Non.

La salma, recuperata dal Nucleo Saf dei permanenti di Trento, è stata messa a disposizione delle autorità per gli opportuni accertamenti.

I dubbi sulla posizione del corpo

Molte le ipotesi al vaglio, dal suicidio alla fatalità. Ciò che meno convince gli inquirenti però è proprio la posizione nella quale è stata ritrovata Vinitha.

La donna è stata recuperata nei pressi del torrente, circa quaranta metri più in basso del sentiero sul quale plausibilmente era in cammino.

Lungo la caduta il corpo avrebbe dovuto trovare una serie di ostacoli, come gli arbusti, che avrebbero dovuto frenare la rovinosa caduta della donna.

Una stranezza che può far pensare qualcuno abbia spostato il corpo della donna quando questa era ormai già morta.

Indagine per omicidio

Proprio per questi motivi, in attesa dei risultati dell’autopsia, la Procura di Trento ha aperto un fascicolo per omicidio, anche se al momento non ci sono indagati.

Le indagini comunque proseguono, e amici e conoscenti sono già stati ascoltati nei giorni scorsi.

Nel frattempo si sono svolti i funerali di Vinithia, nel piccolo comune di Lavis, dove si era trasferita per amore e dove era molto ben voluta.

Come testimoniato dal grande affetto ricevuto dai familiari durante l’ultimo saluto alla giovane.

carabinieri Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,