,,

Ancona, spari in strada all'alba: due feriti alla fermata del bus, la polizia apre un'indagine

Diversi colpi d'arma da fuoco hanno svegliato la zona del quartiere Q2: due feriti, ma non sono in pericolo di vita

Pubblicato il:

Proiettili sull’asfalto e polizia al lavoro questa mattina, domenica 22 gennaio 2023, ad Ancona dove all’alba diversi colpi d’arma da fuoco hanno svegliato la zona antistante la stazione Ancona Stadio. Due persone, secondo quanto appurato, sarebbero rimaste ferite e sono state trasportate all’ospedale di Torrette, ma nessuno dei due sarebbe in pericolo di vita. Sul posto, come detto, sono intervenuti gli uomini dell’arma per repertare i bossoli e cercare di ricostruire quanto accaduto.

Spari ad Ancona, due feriti

Secondo quanto emerge dalle testate locali, diversi bossoli sono stati trovati nella zona antistante la stazione Ancona Stadio, precisamente in via Flavia. Sull’asfalto, a pochi passi da un centro di aggregazione giovanile -la bottega della fantasia -, sono stati raccolti e repertati diversi proiettili che avrebbero centrato due giovani.

Le prime informazioni emerse vedono coinvolti un 20enne e un 40enne, ma ancora non sarebbe chiara la motivazione del presunto agguato. I due sono stati trasportati in ospedale, ma per entrambi le condizioni non sembrerebbero essere preoccupanti.

Ancona, spari in strada all'alba: due feriti alla fermata del bus, la polizia apre un'indagineFonte foto: Virgilio Notizie

Secondo le prime indiscrezioni il giovane sarebbe stato raggiunto dai colpi d’arma a una gamba e a sparare sarebbe stato il 40enne, che prima avrebbe esploso un colpo in aria, poi quello che ha ferito il ragazzo. I due si sarebbero incontrati intorno alle 4 di mattina, dopo essersi dati appuntamento. Cosa sia successo è però oggetto delle indagini della polizia.

Tensione in ospedale

Anche il 40enne è finito all’ospedale, dove sarebbe andato autonomamente, forse perché ferito durante una colluttazione. Al pronto soccorso sono arrivati anche gli amici del giovani e ci sono stati momenti di tensione.

“Nella sala di attesa del Pronto Soccorso tra i due gruppi è avvenuto un alterco che ha determinato attimi di tensione – si legge in una nota della direzione generale ad interim dell’Aou -. Il tempestivo intervento delle forze dell’ordine, della vigilanza privata nonché il rispetto delle norme di sicurezza interne all’ospedale ha comportato un rapido ripristino della normalità”.

Dall’ospedale hanno fatto sapere che “nessun danno di rilievo è stato registrato alle suppellettili e alle persone nel corso dell’alterco e che la situazione è tornata alla normalità”.

Le indagini della polizia

Restano ancora sconosciuti i dettagli dell’episodio sul quale, come da prassi, la polizia intervenuta sul posto ha deciso di aprire un’indagine per fare chiarezza sui contorni dell’aggressione ai due feriti. Le forze dell’ordine, coadiuvate dalla Scientifica in tuta bianca, hanno chiuso la strada per dare il via allo studio della zona.

Repertati diversi bossoli rinvenuti a pochi passi dalla fermata del bus e davanti al centro di aggregazione “La bottega della fantasia” nel quartiere Q2.

Spari in strada, non solo Ancona

L’episodio di Ancona, i cui contorni saranno chiariti nelle prossime ore, è l’ennesimo caso di spari in strada in Italia. Solo qualche giorno fa, a Biella, era stato un anziano a puntare il fucile contro i testimoni di Geova con l’obiettivo di allontanarli.

A Sezze, in provincia di Latina, il 5 gennaio 2023 diversi colpi di arma da fuoco erano stati invece sparati da un’auto in direzione di un bar chiuso. Solo per miracolo non ci sono stati feriti e il bilancio non è stato tragico, con un uomo che è rimasto illeso e ha raccontato l’episodio alla polizia che ha aperto un’indagine per comprendere la natura dell’agguato.

polizia Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,