,,

Alla scoperta del primo ministro francese scelto da Macron: Gabriel Attal su maternità surrogata ed eutanasia

Il 34enne primo ministro francese, Gabriel Attal, sostiene una "gestione per altri etica" e ritiene l'eutanasia una questione sociale importante

Pubblicato il:

Gabriel Attal, 34 anni, neo primo ministro francese scelto dal presidente Emmanuel Macron, ex ministro dell’Istruzione nazionale ed ex portavoce del governo, è una figura particolarmente attenta e sensibile ai temi etici. Nato da una procreazione medicalmente assistita, è un sostenitore della maternità surrogata e dell’eutanasia, oltre che dei diritti Lgbtq.

Le posizioni del primo ministro sulla gestazione per altri e diritti Lgbtq

Attal, successore di Élisabeth Borne, è anche il primo politico dichiaratamente omosessuale a ricoprire tale carica: è sposato con l’ex consigliere di Macron, ora eurodeputato del partito del presidente, Stéphane Séjourné.

La figura politica preferita dai francesi, secondo l’ultimo sondaggio Ipsos-Le Point, sostiene l’introduzione di una legge che regoli la “gestione per altri etica“.

Come riferito dal Giornale.it, Gabriel Attal non ha infatti mai nascosto il suo desiderio di paternità e nell’aprile 2019 si è detto sostenitore della gestione per altri per avere un figlio, qualora fosse legale in Francia.

Procreazione assistita ed eutanasia

“La mia convinzione è che questo nuovo diritto, che non toglie nulla a nessuno, produrrà solo una cosa: l’amore“. Nel 2021 Gabriel Attal espresse così la sua emozione dopo l’approvazione finale del progetto di legge sulla bioetica in Francia.

Tale legge, chiamata “Pma per tutte“, è stata approvata dal Parlamento francese ed entrata in vigore nel settembre 2021: consente alle coppie lesbiche e alle donne single di ricorrere alla procreazione assistita, qualora volessero farne richiesta.

primo ministro francese Macron Gabriel AttalFonte foto: ANSA

Un momento della cerimonia che ha sancito il passaggio di consegne tra Elisabeth Borne e il neo primo ministro Gabriel Attal

Il portavoce del governo è nato a seguito di una procreazione medicalmente assistita e non ne ha mai fatto mistero. “Non c’è nulla di eccezionale: è il caso di un bambino su 30 nel nostro Paese”, ha dichiarato Gabriel Attal in un post su Instagram pubblicato nel 2021.

Quanto alla tematica legata all’eutanasia, come portavoce del governo parigino ha dichiarato che si tratta di una “questione sociale importante“. “Tutti concordano sul fatto che vogliamo una fine della vita più dignitosa“, ha affermato Attal.

Chi è il nuovo primo ministro francese

A soli 34 anni, Attal ha battuto il record di primo ministro più giovane della Quinta Repubblica, detenuto per 40 anni da Laurent Fabius.

Fedelissimo di Emmanuel Macron, ex membro del Partito socialista, la sua carriera politica inizia nel 2014 quando viene eletto al consiglio comunale di Vanves (Hauts-de-Seine).

Successivamente si unisce al movimento politico del presidente (En Marche) nel 2016 e diventa portavoce del governo dal 2020 al 2022, carica che lo ha reso noto al pubblico francese. 

È stato poi ministro del Bilancio prima di essere nominato, a luglio 2023, ministro dell’Istruzione, una delle posizioni più prestigiose nel governo francese. 

Da ministro dell’istruzione è stato promotore della legge che vieta di indossare l’abaya – l’indumento lungo femminile utilizzato in alcuni paesi musulmani – nelle scuole.

primo ministro francese Macron Gabriel Attal Fonte foto: ANSA

Il benessere della tua mente è importante

,,,,,,,,