,,

Usa, finge che la figlia sia una malata terminale di cancro per intascare soldi: mamma condannata

Una donna di 35 anni aveva messo in scena la malattia terminale della figlia per avviare una raccolta fondi: nel processo ha ammesso tutto

Pubblicato il:

Ha destato grande scalpore una vicenda arrivata dagli Usa, dove una madre è stata condannata a sei anni di carcere per aver finto che sua figlia avesse il cancro allo scopo di lanciare una raccolta fondi. La 35enne Lindsey Abbuhl di Canton (Ohio) aveva aperto una raccolta su GoFundMe per la figlia undicenne che, secondo il suo racconto, aveva ricevuto una “diagnosi terminale” per una malattia del sistema nervoso centrale.

Raccolti soldi e inviti a manifestazioni

In poco tempo la pagina “Rylee’s Warriors”, dal nome della bambina, aveva raccolto oltre 4.500 dollari. Inoltre la donna aveva ricevuto diversi inviti a eventi e manifestazioni sportive per dare pubblicità proprio alla raccolta fondi. La bambina, secondo quanto riportato dal Daily Mail, avrebbe cominciato a dire ai suoi compagni di scuola di prepararsi al suo funerale.

Per supportare il suo racconto la donna aveva falsificato diverse cartelle cliniche. Ma lo scorso anno i giudici hanno definitivamente stabilito che non esistevano prove della malattia della bambina.

Truffa scoperta grazie alla verifica di un medico

La madre Lindsey, dunque, ha perso la custodia della piccola che è stata affidata al padre, Jamie Abbuhl, che nel 2017 aveva divorziato dalla moglie.

Poco tempo fa Lindsey è stata condannata a sei anni di carcere e alla restituzione di 8.500 dollari che aveva raccolto con la finta storia della malattia della figlia.

La truffa è stata scoperta anche grazie alla consulenza di un medico nominato dal tribunale che, esaminando tutte le cartelle cliniche prodotte dalla donna, è arrivato alla conclusione che la bambina non era malata.

La bimba è stata affidata al padre

Per tre anni consecutivi la bimba era andata dallo psicologo per “elaborare la propria morte”, come si legge in un rapporto degli avvocati.

Nel corso del processo, che si è concluso con la condanna a sei anni di Lindsey Abbuhl, la donna ha ammesso le sue colpe.

La bambina è stata affidata al padre nella speranza che possa dimenticare al più presto questa brutta storia.

truffa-bimba-malata Fonte foto: 123RF
,,,,,,,,