,,

Tuscania, tragedia nel poligono di tiro: medico di famiglia si spara al volto e muore. Indagini in corso

I carabinieri indagano sulla morte di un medico di 60 anni che è stato colpito al volto da un proiettile esploso dalla sua arma, è successo a Tuscania

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Un medico di famiglia è morto a Tuscania (Viterbo) dopo un incidente avvenuto nel poligono di tiro. La vittima è un sessantenne, residente in zona, che nella mattina di oggi, sabato 28 maggio, è stato colpito al volto da un proiettile. Secondo le prime ricostruzioni dei carabinieri, che hanno ascoltato i proprietari del poligono, il colpo sarebbe partito dall’arma della vittima. Non è chiaro, però, se si sia trattato di un incidente o di un gesto volontario. Il sessantenne è morto poche ore dopo il ricovero nell’ospedale Belcolle di Viterbo, dove era giunto in condizioni disperate.

Tragedia nel poligono, acquisiti i filmati

Per il momento i carabinieri della compagnia di Tuscania non escludono alcuna ipotesi. I militari hanno proceduto al sequestro della pistola, regolarmente detenuta dalla vittima, e hanno raccolto tutti gli elementi utili a ricostruire la vicenda.

Anche le immagini delle telecamere di videosorveglianza del poligono sono state acquisite dai carabinieri.

Medico colpito da un proiettile della sua pistola

I primi ad essere ascoltati sono stati i gestori del poligono di tiro. In base alle dichiarazioni raccolte, il medico sarebbe stato raggiunto al volto da un proiettile partito dalla sua arma.

Dopo lo sparo è stato immediatamente soccorso dagli addetti della vigilanza, che hanno poi chiesto l’arrivo del 118. La corsa in ospedale, però, non è servita a salvare la vita del sessantenne.

Le sue condizioni erano subito apparse gravissime e nel pomeriggio di oggi, poche ore dopo l’accaduto, è deceduto.

Si spara al volto al poligono di tiro e muore: cosa sappiamoFonte foto: Tuttocittà
L’ubicazione di Tuscania, in provincia di Viterbo

Non si esclude il gesto volontario

L’ipotesi principale al vaglio degli inquirenti, che hanno sentito anche il racconto di altre persone presenti nel poligono, è quella dell’incidente. Se confermata, questa ricostruzione porterebbe al colpo partito in modo accidentale mentre la vittima maneggiava la sua pistola.

Non si esclude, però, la pista del gesto volontario. Per scoprire se l’uomo soffriva di patologie, o se avesse in passato manifestato intenzioni suicide, i carabinieri hanno ascoltato i familiari della vittima.

Secondo quanto appurato finora dagli inquirenti, la pistola era stata regolarmente denunciata dal medico, che la utilizzava a scopo sportivo nel poligono di Tuscania, poco lontano dal suo luogo di residenza.

poligono-tuscania Fonte foto: 123RF
,,,,,,,