,,

Perché Sfera Ebbasta non era a Corinaldo al momento della strage

Perché Sfera Ebbasta non era a Corinaldo al momento della strage in discoteca

Perché Sfera Ebbasta non era a Corinaldo al momento della strage. Le attenzioni degli investigatori in queste ore si stanno concentrando infatti sugli orari del trapper idolo dei ragazzini che la notte tra venerdì e sabato  avrebbe dovuto esibirsi alla Lanterna Azzurra di Corinaldo, la discoteca della strage in cui sono morti cinque ragazzi e una mamma schiacciati dalla calca. Come riportano diversi quotidiani, venerdì pomeriggio Sfera Ebbasta era in piazza Duomo, a Milano, a una firma copie del suo ultimo disco. A Corinaldo la sua esibizione avrebbe dovuto cominciare alle 22, stando almeno a quanto indicato sui biglietti venduti, ma a quell’ora in realtà il trapper era all’Altromondo di Rimini per un dj set, iniziato però solo intorno alla mezzanotte.  Sul palco della Lanterna Azzurra Sfera Ebbasta non è mai salito, perché quando è avvenuta la strage il trapper era ancora in viaggio da Rimini verso Corinaldo (un centinaio di chilometri la distanza tra le due località). Quella del dj set è una formula che consente alle star di tenere più esibizioni in una stessa serata e massimizzare i guadagni, a scapito talvolta della qualità dello spettacolo.

Il messaggio di dolore di Sfera Ebbasta

In un messaggio su Twitter, Sfera Ebbasta si è detto “profondamente addolorato” per quanto successo a Corinaldo. “E’ difficile trovare le parole giuste per esprimere il rammarico e il dolore di queste tragedie. Non voglio esprimere giudizi sui responsabili di tutto questo, vorrei solo che TUTTI QUANTI vi fermaste a pensare a quanto può essere pericoloso e stupido usare lo spray al peperoncino in una discoteca. Grazie a tutte le persone le ambulanze e le forze dell’ordine che hanno prestato soccorso durante la notte. Per quanto a poco possa servire, il mio affetto e il mio sostegno vanno alle famiglie delle vittime e a quelle dei feriti e proprio per rispetto di questi ultimi tutti gli impegni promozionali e gli instore dei prossimi giorni verranno cancellati. La musica dovrebbe essere uno strumento che unisce le persone, speriamo che lo diventi davvero”.

Fermato il minore accusato di avere spruzzato lo spray urticante

Intanto è stato identificato e fermato per droga il ragazzo accusato dai testimoni di aver usato lo spray urticante all’interno della discoteca Lanterna Azzurra venerdì notte prima dell’arrivo di Sfera Ebbasta. Contro il ragazzo, che ha appena 16 anni, ci sarebbero le testimonianze di vari coetanei ma non ci sono altri elementi o video. Inoltre, durante una perquisizione, al ragazzo (che vive in provincia di Ancona) sarebbe stata trovata della cocaina e per questo adesso si trova in stato di fermo. Il ragazzo non è ancora stato sentito dai pm e il suo nome non è nel registro degli indagati. Le procure ordinaria e minorile di Ancona sono, infatti, molto caute.

ASKANEWS | 10-12-2018 10:09

discoteca
,,,,,,,