,,

Morti nel Po: cosa rivela l'autopsia sui due bahamiani

Il medico legale conferma che i due sono morti annegati. Le famiglie: "Sapevano nuotare"

Si infittisce il mistero dei due diplomatici delle Bahamas trovati morti nel fiume Po. Secondo quanto riporta “Il Corriere della Sera”, i due uomini erano ancora vivi quando sono finiti nel fiume.

Alrae Ramsey e Blair John erano due amici originari delle Bahamas. Sono stati trovati senza vita nel fiume a di stanza di un giorno. Ramsey è stato trovato martedì, all’altezza del Ponte Isabella, mentre John è stato avvistato mercoledì, nel piazzale Chiaves.

I risultati dell’autopsia, eseguita questa mattina dal medico legale, parlano chiaro: entrambi sono morti per annegamento.

Secondo quanto riporta “Il Corriere” però, le famiglie dei due uomini avrebbero confermato che entrambi “erano perfetti nuotatori”. Non si spiega quindi perché non siano riusciti a salvarsi dalla caduta in acqua.

Altro mistero nelle indagini sono le valigie dei due amici, che non sono ancora state trovate. I due avevano preso una stanza in un bed & breakfast vicino al Lingotto, perché Blair John avrebbe parlato da relatore a un convegno, venerdì scorso.

Sul caso continua a indagare la squadra mobile, coordinata dai pm Enzo Bucarelli e Giulia Rizzo.

VirgilioNotizie | 10-06-2019 17:10

morti-Po Fonte foto: Ansa
,,,,,,,