,,

Riforme, ok in commissione al voto dei 18enni in Senato

Approvato in commissione Affari Costituzionali del Senato l'emendamento che equipara l'elettorato dei due rami del Parlamento

“Anche i 18enni potranno votare per il Senato e anche i 25enni potranno essere eletti senatori”. Lo ha reso noto, secondo quanto riporta l’Ansa, Dario Parrini, capogruppo Pd in commissione Affari Costituzionali del Senato. “La Commissione – annuncia Parrini – ha approvato la riforma costituzionale che, con un emendamento a mia firma, parifica a quello della Camera non solo l’elettorato attivo ma anche quello passivo del Senato”.

La proposta di legge costituzionale è stata approvata dalla commissione Affari costituzionali del Senato con l’astensione solo di Forza Italia. Il provvedimento aveva avuto l’ok di Montecitorio il 31 luglio scorso con 487 sì, 5 no e 7 astenuti.

Il senatore Pd spiega: “Si tratta di una riforma epocale. Si supera la paradossale e ormai anacronistica esistenza di un ramo del Parlamento dotato degli stessi poteri dell’altro ma non eletto a suffragio universale. Il provvedimento andrà al più presto in aula“.

Il ministro per i Rapporti con il Parlamento Federico D’Incà ha commentato così su Twitter: “La commissione Affari costituzionali al Senato ha appena approvato il ddl per modificare l’età per votare per la Camera alta, che passa da 25 anni a 18 e quella per candidarsi, che scende da 40 a 25. Rispettiamo gli impegni presi, avanti con il cronoprogramma delle riforme!”.

Attualmente per poter votare alla Camera è sufficiente il raggiungimento della maggiore età, mentre per la candidatura è necessario aver compiuto 25 anni. Al Senato invece occorre aver compiuto 25 anni per votare mentre per essere candidati l’età minima richiesta è di 40 anni.

VIRGILIO NOTIZIE | 15-01-2020 17:52

Referendum taglio parlamentari, chi ha firmato: tutti i 64 nomi Fonte foto: Ansa
Referendum taglio parlamentari, chi ha firmato: tutti i 64 nomi
,,,,,,,