,,

Reddito di cittadinanza 2023, cambia tutto: opposizione sul piede di guerra annuncia manifestazioni in piazza

Dal 2023 cambia tutto per i percettori di reddito di cittadinanza, ma i nuovi requisiti non piacciono a Pd e Movimento 5 Stelle: le polemiche

Pubblicato il:

Il governo Meloni ha annunciato l’abolizione del reddito di cittadinanza a partire dal 2024, con molte limitazioni che saranno introdotte già nel corso del 2023. Quanto dichiarato dalla premier e dai vari ministri ha scatenato le polemiche in tutta Italia.

Le nuove regole per il reddito di cittadinanza: come funzionerà nel 2023

Di seguito le nuove regole, in sintesi, che riguardano il reddito di cittadinanza, come previsto dalla nuova manovra.

  • Gli occupabili, cioè chi ha un’età compresa tra i 18 e i 59 anni e senza minori, disabili o persone a carico in famiglia, riceveranno il sussidio nel limite massimo di 8 mensilità.
  • Oltre al requisito della residenza in Italia, che in precedenza non era esplicitato, dal 2023 ci sarà anche l’obbligo di formazione o riqualificazione professionale per almeno 6 mesi.
  • Il beneficio decade al rifiuto della prima offerta di lavoro congrua.

Rdc, cosa hanno detto i ministri Marina Calderone e Giuseppe Valditara

La ministra del Lavoro e delle Politiche sociali Marina Calderone, nel corso di un’intervista al Corriere della Sera ha dichiarato che il Governo non dimenticherà “chi ha necessità di un sostegno economico”.

La strada, ha dichiarato, è quella di intervenire oggi sugli occupabili per portarli a rientrare nel mondo del lavoro e contemporaneamente attuare una riforma organica delle politiche attive e dei centri per l’impiego.

Arriverà dunque una nuova misura per la lotta alla povertà, e dal 2024 ci saranno nuovi strumenti per chi ha in famiglia disabili, minori e anziani.

Reddito di cittadinanza 2023, cambia tutto: opposizione sul piede di guerra annuncia manifestazioni in piazzaFonte foto: ANSA
La ministra del Lavoro e delle Politiche sociali Marina Calderone.

Il ministro dell’Istruzione Giuseppe Valditara ha invece dichiarato di volere togliere il beneficio anche a chi non ha completato la scuola dell’obbligo.

Ha infatti definito “immorale” e “inquietante” il fatto che quasi 129 mila giovani percettori di Rdc, tra i 18 e i 29 anni, abbiano solo il titolo di licenza media e oltre 11 mila solo la licenza elementare.

SONDAGGIO – Reddito di cittadinanza, cambia tutto e poi sarà abolito: sei d’accordo con il governo Meloni?

Opposizione sul piede di guerra per le decisioni sul reddito di cittadinanza

Giuseppe Conte, presidente del Movimento 5 Stelle, secondo partito dopo Fratelli d’Italia secondo gli ultimi sondaggi politici, difende la misura bandiera dei pentastellati.

Dopo aver etichettato la manovra di bilancio come una “guerra senza scrupoli ai poveri e agli ultimi“, il leader dei gialli ha fatto sapere che “la battaglia sul reddito di cittadinanza è appena iniziata”. E partirà con una manifestazione in piazza.

Anche da parte del Partito Democratico sono arrivate critiche alla manovra e alla decisione di ridimensionare il reddito di cittadinanza, “una misura di politica attiva e di contrasto alla povertà, alla disuguaglianza e all’esclusione sociale”.

In particolare, spiegano i parlamentari dem in una nota congiunta, a farne le spese saranno i care leaver, cioè i ragazzi e le ragazze che, una volta maggiorenni, lasciano le case famiglia e le strutture che li avevano in carico per provare un percorso di autonomia.

Anche Enrico Letta ha annunciato mobilitazioni in piazza per il ripristino del reddito di cittadinanza e per protestare contro la manovra di bilancio.

meloni Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,