,,

Mugello, le indagini e i punti da chiarire. Il precedente del fratello

Nicola Tanturli è stato ritrovato sano e salvo, ma ci sono ancora alcuni punti oscuri sulla sua scomparsa. Le indagini della procura procedono

Il piccolo Nicola, il bimbo scomparso nei boschi del Mugello, è stato ritrovato ieri dopo 30 ore di ricerche. Per fortuna il bambino di 21 mesi era sano e salvo, e tutti hanno tirato un sospiro di sollievo per il lieto fine. Ma sulla vicenda ci sono ancora dei punti da chiarire, su cui la procura di Firenze ha avviato delle indagini.

Nicola Tanturli, i punti oscuri sulla sua scomparsa

Come riporta La Repubblica, gli investigatori stanno cercando di capire perché i genitori di Nicola avessero atteso 9 ore prima di avvisare i soccorsi; inoltre, è emerso che anche il fratellino maggiore di Nicola in passato si sarebbe allontanato per circa un chilometro da casa.

Un altro dubbio da chiarire riguarda i sandaletti ai piedi di Nicola. Li ha indossati da solo prima di uscire di casa o era stato messo a letto con tutte le scarpe?

Quanto alle tracce di sangue davanti alla porta di casa, La Repubblica riferisce che Nicola sarebbe scivolato ferendosi al sopracciglio lunedì pomeriggio, mentre usciva col fratellino e la mamma, quindi almeno uno dei misteri potrebbe essere stato risolto.

Al momento il fascicolo in procura è stato aperto senza ipotesi di reato né indagati, riferiscono fonti investigative a La Repubblica. Ma la domanda che si pongono gli investigatori – e la procura dei minori che segue la vicenda – è se i genitori possano avere una qualche responsabilità, dal momento che vi è un precedente: anche il fratellino di Nicola, che oggi ha 4 anni, si sarebbe allontanato di casa in passato, per poi essere ritrovato.

Come sta il piccolo Nicola

Nel frattempo, come riporta l’Ansa, Nicola Tanturli ha lasciato l’ospedale dopo le 24 ore di osservazione. “”Il piccolo ha trascorso una notte tranquilla in uno dei letti dedicati all’osservazione breve all’interno del pronto soccorso dell’ospedale pediatrico Meyer. Ha riposato insieme alla mamma”. Le sue condizioni sono apparse buone ed è quindi tornato a casa.

Il precedente allontanamento del fratello maggiore

L’agenzia ‘Ansa’ ha fornito ulteriori dettagli sul precedente allontanamento del fratello maggiore di Nicola, di 4 anni.

L’episodio è stato riferito da un abitante di un casolare che si trova a circa 2 chilometri dall’abitazione della famiglia di Nicola, che si ritrovò il fratellino nella sua proprietà.

Da quanto è emerso, anche il fratello di Nicola si sarebbe allontanato da casa e avrebbe percorso a piedi, di giorno, una distanza notevole considerata la tenera età.

Il vicino lo avvicinò e avvisò i suoi genitori.

L’episodio, come appreso e riferito da ‘Ansa’, si risolse subito senza bisogno di attivare un piano di soccorso, come invece è dovuto succedere per Nicola.

VirgilioNotizie | 24-06-2021 16:03

Mugello, il salvataggio del piccolo Nicola: trovato a 3 km da casa Fonte foto: ANSA
Mugello, il salvataggio del piccolo Nicola: trovato a 3 km da casa
,,,,,,,