,,

Morta Letizia Battaglia, addio alla storica fotografa: allestita a Palermo la camera ardente

La fotoreporter, testimone della stagione delle stragi di mafia a Palermo, è morta a 87 anni

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il: - Ultimo aggiornamento:

È morta a 87 anni Letizia Battaglia, fotografa, che per decenni ha testimoniato i fatti e le storie di cronaca e di mafia, protagonista della rinascita culturale di Palermo dopo la stagione delle stragi. Era malata da tempo. Lo riporta Ansa.

Morta Letizia Battaglia, addio alla storica fotografa dei delitti di mafia: la carriera

Storica fotoreporter, per anni ha lavorato per il quotidiano L’Ora, col quale cominciò a collaborare alla fine degli anni ’60, raccontando con i suoi scatti la guerra di mafia e tutti i volti della sua Palermo.

Fu la prima a fotografare la scena del delitto di Piersanti Mattarella, il presidente della Regione siciliana ucciso dalla mafia il 6 gennaio del 1980 davanti alla sua casa in via Libertà, immortalando un giovane Sergio Mattarella che stringe tra le braccia il corpo del fratello.

Insignita di numerosi premi come l’Eugene Smith e l’Eric Salomon Award, collaborò con le più importanti agenzie giornalistiche mondiali, e nel 1974 fondò l’agenzia “Informazione fotografica”.

Nel 2003 si trasferì a Parigi per tornare nella sua città solo dopo anni e, nel 2017, inaugurare il Centro Internazionale di Fotografia dei Cantieri Culturali della Zisa, da lei diretto.

Morta Letizia Battaglia, addio alla storica fotografa dei delitti di mafiaFonte foto: ANSA
La fotografa Letizia Battaglia

Morta Letizia Battaglia, addio alla storica fotografa dei delitti di mafia: l’impegno politico

Tra la fine degli anni 80 e i primi anni ’90 si è occupata anche di politica: è stata consigliera comunale con i Verdi ed assessore comunale in una delle giunte guidate dal sindaco di Palermo Leoluca Orlando che ha espresso il cordoglio della città per la scomparsa della grande fotografa.

“Palermo perde una donna straordinaria, un punto di riferimento – ha detto Orlando. Letizia Battaglia era un simbolo internazionalmente riconosciuto nel mondo dell’arte, una bandiera nel cammino di liberazione della città di Palermo dal governo della mafia. In questo momento di profondo dolore e sconforto esprimo tutta la mia vicinanza alla sua famiglia”.

Morte Letizia Battaglia, la camera ardente in Municipio

La camera ardente della fotoreporter Letizia Battaglia sarà allestita dalle ore 12 nell’atrio di Palazzo delle Aquile, sede del Municipio di Palermo. Lo ha deciso il sindaco Leoluca Orlando di concerto con i familiari della ex assessora comunale.

L’ingresso del pubblico sarà disciplinato secondo le direttive in materia sanitaria legate al Covid-19.

Morta Letizia Battaglia, addio alla storica fotografa dei delitti di mafia: gli ultimi momenti

“È stata lucida e attiva fino alla fine” ha detto così una delle sue tre figlie, Patrizia Stagnitta, riportando gli ultimi momenti della vita di Letizia Battaglia.

“Mia madre – ha detto – non si fermava mai. Malgrado le sofferenze della malattia e le difficoltà di movimento continuava ad avere tanti contatti, a partecipare a incontri anche all’estero e ad affrontare perfino lunghi viaggi. Proprio la settimana scorsa era andata a Orvieto per partecipare a un workshop. La grande voglia di vivere non le era mai passata”.

Patrizia Stagnitta, ricorda come la madre fosse costretta nell’ultimo periodo a usare la sedia a rotelle. “Ma questo – ha aggiunto – non le impediva di prendere un aereo e rispondere alle tante chiamate e ai tanti inviti che continuava a ricevere”.

È accaduto tutto all’improvviso tanto che non ci ha dato il tempo di capire che se ne stava andando” ha concluso la figlia.

battaglia Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,