,,

Licenziata cassiera no mask Flavia Borella, perso ricorso sulla mascherina: "Mi puniscono per dare l'esempio"

La 56enne Flavia Borella, cassiera di un supermercato nel Trevigiano, era stata licenziata nel 2022 per aver rifiutato di indossare la mascherina

Pubblicato il:

Era stata licenziata nell’estate del 2022 perché si era rifiutata di indossare la mascherina e oggi il giudice del lavoro ha confermato il provvedimento. Si dice sorpresa e amareggiata Flavia Borella, 56 anni, da oltre 20 dipendente di un supermercato Pam di Villorba, in provincia di Treviso, dal quale è stata allontanata un anno e mezzo per non aver rispettato l’obbligo di proteggere le vie respiratorie disposto dai titolari per il personale. Nonostante riponesse le sue speranze sul ricorso, il tribunale di Venezia ha ribadito il benservito alla cassiera, che però non si dà per vinta e promette di mandare avanti la sua battaglia legale.

Il licenziamento

“Provo tanta amarezza – dice Borella in un’intervista al quotidiano La Verità – Anche perché un altro collega della Coop era stato licenziato per lo stesso motivo ed era stato risarcito e reintegrato, quindi non me l’aspettavo“.

All’epoca dell’interruzione del rapporto lavorativo deciso dal supermercato, per i clienti non c’era più l’obbligo di legge di entrare con le mascherine, ma i datori di lavoro avevano la possibilità di imporre ai propri dipendenti di tenerle durante il turno, in forza di un protocollo firmato con i sindacati Cgil, Cisl e Uil.

Il racconto

Penso che con questa sentenza si sia voluto dare l’esempio – è la convinzione dell’ex cassiera – Tanti mi hanno dato solidarietà anche se non hanno voluto esporsi e dunque se io avessi vinto il ricorso al giudice del lavoro ci sarebbe stata non dico una rivolta ma si sarebbe diffusa la rabbia, perché i colleghi si sarebbero resi conto di aver subito ingiustamente per tutto quel periodo questa imposizione”.

Nell’intervista a La Verità, Borella racconta che “come altri dipendenti, quasi tutti, da quando non c’era più l’obbligo di legge, finito il turno di lavoro, facevamo lì la spesa e non mettevamo più la mascherina ed eravamo tutti nello stesso identico posto”. A inizio gennaio sull’obbligo di indossare le mascherine è arrivata la proroga fino al 30 giugno 2024 per alcune strutture sanitarie.

La sentenza

Secondo quanto sostiene l’ex dipendente del supermercato la sentenza del giudice del lavoro che boccia il suo ricorso è “gravissima in quanto un giudice sta dando un potere sul lavoratore a un soggetto privato senza una legge, aprendo così un precedente.”

“Io ho lavorato per 19 anni senza aver mai ricevuto lettere di contestazioni – rivendica Borella – anzi, ho avuto un aumento di livello”.

Richiami che contro la cassiera si sono susseguiti da luglio 2022, otto in totale, fino al licenziamento. “Vedevo i colleghi indossare le mascherine del giorno prima e nessuno diceva loro niente – è la sua testimonianza – Spesso e volentieri la tenevano abbassata, ho pure fotografato il direttore senza mascherina e ho portato le foto al giudice”.

mascherina-supermercato Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,