,,

Ipotesi violenza sessuale a Pavia: una 15enne ha tentato il suicidio gettandosi nel Ticino dopo lo stupro

L'autore del presunto stupro avvenuto a Pavia è un giovane tunisino. La vittima è una minorenne marocchina residente in Brianza

Pubblicato il:

A Pavia si indaga su un presunto stupro ai danni di una ragazza di 15 anni. L’aggressore sarebbe un giovane conosciuto un paio di giorni prima su Instagram. Dopo i fatti la minorenne si è gettata nel Ticino per suicidarsi.

Presunto stupro a Pavia

I protagonisti della vicenda sono una 15enne brianzola di origini marocchine e un giovane di origini tunisine residente a Pavia.

L’incontro è avvenuto martedì 26 dicembre a Milano, alla stazione di Porta Garibaldi.

Macchine della poliziaFonte foto: 123RF

Dopo i primi convenevoli i ragazzi hanno preso il treno: lui voleva portarla a fare una passeggiata in riva al Ticino a Pavia, nell’area del parco Vul.

Lì però, come scrive Il Giorno, il giovane avrebbe violentato la ragazzina. Alla fine lui si sarebbe offerto di riaccompagnarla in stazione, ma lei avrebbe rifiutato.

“Lasciami qui – gli avrebbe detto – voglio rimanere un po’ da sola”. Intanto era sopraggiunta la sera.

Tentativo di suicidio nel fiume

Il quotidiano racconta che una volta sola, la giovane avrebbe deciso di suicidarsi in preda ai sensi di colpa per aver perso la verginità.

La 15enne ha chiamato il numero unico delle emergenze per lasciare un ultimo messaggio, prima di saltare nel fiume.

I poliziotti hanno raggiunto la zona e l’hanno perlustrata con l’ausilio delle torce. Nei pressi del ponte coperto hanno infine individuato la ragazza che piangeva e chiedeva aiuto.

La 15enne era aggrappata a un ramo incastrato nel letto del fiume, ma poi ha perso la presa ed è stata trascinata dalla corrente.

Gli agenti si sono gettati nelle fredde acque del Ticino e l’hanno infine tratta in salvo. L’intervento è stato reso difficoltoso dall’atteggiamento della giovane, che si dimenava.

Preso il presunto stupratore

Una volta in salvo, la ragazzina è stata trasportata in codice rosso all’ospedale San Matteo, dove è stata raggiunta dai genitori.

Il presunto aggressore è stato individuato il giorno successivo ai fatti.

Presunto stupro a Pavia Fonte foto: 123RF
,,,,,,,,