,,

Doina Matei libera in anticipo: uccise con ombrello Vanessa Russo

Doina Matei, che uccise Vanessa Russo con un ombrello alla stazione Termini di Roma, è ora una donna libera

Doina Matei, la ragazza romena condannata in via definitiva nel 2010 a 16 anni di carcere per aver ucciso Vanessa Russo alla stazione Termini di Roma (conficcandole la punta di un ombrello in un occhio), è libera.

Il magistrato di sorveglianza del Tribunale di Venezia ha firmato l’atto di fine pena in anticipo di quattro anni per buona condotta. Il 26 aprile del 2007, all’apertura delle porte del convoglio della metropolitana, Doina colpì la studentessa 23enne Vanessa Russo al culmine di una lite. Scappò, ma fu arrestata tre giorni dopo con l’accusa di omicidio volontario, poi derubricato in omicidio preterintenzionale quando è stata condannata con rito abbreviato a 16 anni (sentenza poi confermata in Cassazione).

Già a partire dal 2016, racconta il “Corriere della Sera”, Doina Matei ha iniziato a reinserirsi nella società: mamma di due figli, di cui uno minorenne, la ragazza ha trovato lavoro come dirigente in un’attività legata al mondo della ristorazione. Ancora prima, nel 2011, Doina è arrivata seconda in un concorso letterario per detenuti con un racconto intitolato “La ragazza con l’ombrello”, scritto con l’aiuto di Franca Leosini. In un passaggio del testo, si legge: “Non volevo la morte di nessuno io, ma è successo e devo pagare (…) con un rimorso che non mi abbandonerà mai”. A fine 2015, ha poi ottenuto la semilibertà, tra la rabbia dei parenti della vittima. Ora, la fine della pena. L’avvocato Testa Piccolomini, che ha seguito la ragazza fin dal giorno dell’arresto, ha dichiarato: “La fase riabilitativa l’ha sfruttata con dedizione. Ora Doina vuole solo essere dimenticata”.

VirgilioNotizie | 26-06-2019 10:26

Doina Matei libera in anticipo: uccise con ombrello Vanessa Russo Fonte foto: Ansa
,,,,,,,