,,

Crisi di governo, il commento di Maroni sulla mossa di Salvini

"Doveva dialogare, non mostrare solo i muscoli", ha affermato l'ex governatore della Lombardia

Anche Roberto Maroni, ex governatore della Lombardia ed ex segretario federale della Lega Nord, è intervenuto per commentare la crisi di governo in atto. La critica è rivolta al leader della Lega Matteo Salvini e alle mosse fatte negli ultimi giorni.

“Conosco bene Matteo, è un ragazzo rapido, è un leader di istinto. Ma doveva dialogare, non mostrare solo i muscoli: a Roma le cose non funzionano col rito ambrosiano”, ha dichiarato l’ex governatore ripreso da Tgcom24.

Un commento che fa eco alla sua intervista di pochi giorni fa a Omnibus, su La 7, durante la quale aveva detto: “Se Salvini avesse fatto la stessa mossa di Bossi nel ’94, non ci sarebbe stato tutto questo tempo perso tra il dibattito in Aula, le dichiarazioni di Conte e poi forse il voto di sfiducia. Quando fai una certa mossa così improvvisa, inaspettata e sorprendente, devi andare fino in fondo, ma con rapidità. Come diceva Sun Tzu ne “L’arte della guerra”, quando ti muovi, sii rapido come il vento. E questo non è successo”.

Parlando poi del futuro del governo, Maroni aveva spiegato: “Oggi, rispetto a una settimana fa, penso che sia più probabile un governo giallorosso, cioè un esecutivo M5s-Pd. Ovviamente, come suggerisce la logica, se nascesse questo governo, questo sarebbe di legislatura. Non ha senso che Pd e M5s si mettano insieme per 3 o 4 mesi, regalando a Salvini un vantaggio enorme. Dieci giorni fa avrei dato il 90% all’ipotesi di elezioni anticipate, adesso purtroppo, visto che sono favorevole alle elezioni a ottobre, do il 10% al voto anticipato e il 90% al nuovo governo Pd-M5s“.

Nella giornata di mercoledì, il ministro dell’Interno Matteo Salvini ha commentato così sui social: “Chi ha paura del giudizio degli Italiani? Noi no!”.

VIRGILIO NOTIZIE | 21-08-2019 22:45

Il fotoracconto delle consultazioni in Quirinale: cosa è successo Fonte foto: ANSA
Il fotoracconto delle consultazioni in Quirinale: cosa è successo
,,,,,,,