,,

Covid: numeri alti in Lombardia, Giulio Gallera spiega perché

L'assessore al Welfare fa il punto sui contagi nella regione e spiega i motivi dietro l'apparente aumento dei positivi

Aumentano in Lombardia i casi di coronavirus. Il bollettino del 15 giugno registra 259 nuovi positivi nella regione, di cui 52 in provincia di Milano e 23 nel capoluogo. I numeri alti, ha spiegato Giulio Gallera, sarebbero da attribuire all’indagine epidemiologica su diversi positivi.

“I dati risentono di 109 tamponi eseguiti a fronte della positività al test sierologico regionale sui cittadini, 8 su operatori socio-sanitari e 17 su ospiti delle residenze sanitarie per anziani“. Gli altri 125 contagi, ha spiegato l’assessore al Welfare sulle pagine del Corriere della Sera, sarebbero emersi dopo test condotti in laboratori privati.

“L’ampliamento della platea delle persone alle quali stiamo eseguendo il tampone determina un maggior numero di positività che nella maggior parte dei casi non è legata a nuove insorgenze“, ha sottolineato Giulio Gallera. Non ci sarebbero dunque nuovi cluster da tenere sotto osservazione.

“La maggior parte dei casi risulta essere ‘debolmente positivo‘. Questo elemento evidenzia la presenza di anticorpi e di tracce del virus, la cui insorgenza risale però alle settimane precedenti”, ha aggiunto.

“Questo vasto sistema di screening serve per prevenire e monitorare eventuali situazioni critiche, che al momento gli esperti delle Ats non evidenziano, soprattutto se si considera il fatto che siamo a un mese dal termine del lockdown”, ha precisato l’assessore al Corriere della Sera. Nel prossimo periodo la Lombardia, con l’approvazione di un nuovo piano regionale, dovrebbe passare da 861 a 1.446 posti letto nelle Terapie intensive.

GALLI SUI DATI DEI TAMPONI IN LOMBARDIA: “NON SONO SERENO”

VIRGILIO NOTIZIE | 16-06-2020 08:55

Zone rosse Alzano e Nembro, chi è la pm Maria Cristina Rota Fonte foto: Ansa
Zone rosse Alzano e Nembro, chi è la pm Maria Cristina Rota
,,,,,,,