,,

Ciro Grillo, il racconto della ragazza: "Mi hanno violentata"

Il racconto della vittima della presunta violenza nei verbali dell'accusa

Dopo il video di Beppe Grillo in difesa del figlio Ciro e dei suoi amici, nuovo capitolo della vicenda sulla presunta violenza sessuale ai danni di una ragazza allora 19enne, tra il 16 e il 17 luglio del 2019, in un residence di Cala di Volpe, in Costa Smeralda, dove il Garante del Movimento 5 Stelle ha una villetta. Il quotidiano La Stampa, infatti ha pubblicato le accuse della studentessa nei confronti di Ciro Grillo e degli altri tre ragazzi, contenute nei verbali.

Ciro Grillo, il racconto della ragazza: “Mi hanno violentata”

Il reportage, firmato da Gianluigi Nuzzi, ripercorre la sera tra il 16 e il 17 luglio 2019, ma anche i giorni successivi, con le testimonianze di chi ha incontrato la vittima della presunta violenza sessuale.

“Mi hanno violentata”, le parole della giovane alla sua amica, che era con lei e che si era addormentata, secondo il racconto fatto agli inquirenti, poco prima delle 6, quando sarebbero iniziate le violenze.

L’articolo spiega che sono stati sentiti diversi testimoni (dai tassisti ai baristi, fino a istruttori sportivi), intercettati i telefoni, recuperati i messaggi di WhatsApp, analizzati al millimetro i frame di video e foto.

La ragazza era arrivata in Sardegna il 5 luglio, alloggiava in un B&B a Barrabisa a Palau, muovendosi in taxi insieme alla sua amica.

Martedì 16 luglio, alle 23:45, sono andate al Billionaire. Lì hanno conosciuto Ciro Grillo e i suoi tre amici.

“Alle 5 la comitiva decide di uscire – prosegue l’articolo – viene pagato il conto e si torna all’aperto. Ma le due ragazze non trovano un taxi: ‘Dai venite a fare due spaghetti da noi, poi vi riaccompagniamo domattina al bed&breakfast, abbiamo l’auto a casa, nessun problema’. Alla fine vanno tutti a Cala di Volpe”.

Ed è lì, secondo il racconto delle ragazze, che sarebbero iniziate le violenze a una delle due mentre l’altra si addormentava sul divano.

Ciro Grillo, la vittima della presunta violenza avrebbe acquistato la ‘pillola del giorno dopo’

All’indomani mattina la ragazza ha raccontato tutto all’amica. Nel pomeriggio è andata a fare kitesurf, come ha detto anche Beppe Grillo nel video diventato virale: il suo istruttore, sentito poi dagli inquirenti, ha detto che era “strana”.

Sempre dai verbali è emerso che l’amica sarebbe andata in farmacia per chiedere la ‘pillola del giorno dopo‘ perché i quattro indagati non avrebbero usato il preservativo.

VirgilioNotizie | 24-04-2021 09:52

ciro-grillo-violenza Fonte foto: ANSA
,,,,,,,