,,

Zingaretti, spunta una telefonata a Casaleggio: il retroscena

Il segretario del Pd svela la chiamata di Ferragosto con il figlio del fondatore di M5s

Nicola Zingaretti, il segretario del Pd che ieri ha dettato i suoi cinque punti per un governo di “svolta”, ha svelato a Repubblica di aver ricevuto una telefonata di Davide Casaleggio per avviare la trattativa tra Pd e M5s in seguito alla crisi di governo.

Il segretario del Pd ha raccontato di aver ricevuto un messaggio in segreteria telefonica: “Sono Davide Casaleggio, dobbiamo parlarci”. Era il giorno di Ferragosto e gli esponenti del Pd e M5s si sarebbero parlati a lungo, ma solo a pochissimi Zingaretti avrebbe svelato il contenuto della telefonata.

Zingaretti, come riferisce Repubblica, ha riferito: “Io rimango contrario ad accordicchi, a cose di corto respiro”. Per Casaleggio, “il nuovo esecutivo, se nasce, non deve umiliare Luigi Di Maio“. In altre parole, la condizione di M5s sarebbe la partecipazione dell’ex vicepremier nella nuova squadra di ministri. Le condizioni dettate da Zingaretti a Casaleggio durante la telefonata sarebbero due: non entrare nel nuovo governo e il no al Conte bis.

Intanto, la direzione di ieri ha approvato all’unanimità il documento di Zingaretti, con i suoi cinque punti: appartenenza leale all’Unione europea, il pieno riconoscimento della democrazia rappresentativi, gli investimenti sulla sostenibilità ambientale, una svolta nella politica migratoria, attenzione all’equità sociale e il blocco dell’aumento dell’Iva. “Se queste condizioni saranno rispettate, siamo disponibili a dar vita a un governo di svolta per la legislatura”, fa sapere Zingaretti che ha scritto i punti martedì sera insieme a Paolo Gentiloni, Orlando e Paola De Micheli.

VIRGILIO NOTIZIE | 22-08-2019 07:25

Il fotoracconto delle consultazioni in Quirinale: cosa è successo Fonte foto: Ansa
Il fotoracconto delle consultazioni in Quirinale: cosa è successo
,,,,,,,