,,

Venezia, anche l'infermiera simbolo del Covid sul red carpet

La sua foto dopo un turno nel reparto Covid aveva fatto il giro del web: anche l'infermiera Alessia Bonari sfila sul red carpet di Venezia

Personaggio dell’anno‘. Alessia Bonari, premiata a Venezia in occasione del riconoscimento organizzato da Tiziana Rocca, ha sfilato sul red carpet della Mostra del Cinema della città lagunare. La 23enne infermiera, ospite della rassegna, è diventata famosa all’inizio del lockdown per via di un suo selfie scattato alla fine di un turno in un reparto Covid.

Alessia Bonari a Venezia: “Grazie Italia”

“Grazie Venezia per tutto l’affetto ricevuto, ma soprattutto grazie alla mia Italia“, ha scritto su Instagram la Bonari. Parole che accompagnano la foto che la ritrae sul tappeto rosso di ‘Padrenostro‘, il film con protagonista Pierfrancesco Favino. Nelle sue stories, l’infermiera definisce “un sogno” la sua presenza alla rassegna.

Alessia Bonari a Venezia, il post virale del 9 marzo

Il 9 marzo, a lockdown appena iniziato, Alessia Bonari, infermiera in un ospedale di Milano, pubblica una sua foto su Instagram a fine turno. Il volto segnato dalla maschera anti-contagio la fa diventare uno dei simboli della lotta al virus.

“Sono un’infermiera e in questo momento mi trovo ad affrontare questa emergenza sanitaria – l’incipit del post -. Ho paura anche io, ma non di andare a fare la spesa, ho paura di andare a lavoro”.

“Ho paura perché la mascherina potrebbe non aderire bene al viso – continua – o potrei essermi toccata accidentalmente con i guanti sporchi, o magari le lenti non mi coprono del tutto gli occhi e qualcosa potrebbe essere passato”.

Quindi “sono stanca fisicamente perché i dispositivi di protezione fanno male, il camice fa sudare e una volta vestita non posso più andare in bagno o bere per sei ore. Sono stanca psicologicamente, e come me lo sono tutti i miei colleghi che da settimane si trovano nella mia stessa condizione, ma questo non ci impedirà di svolgere il nostro lavoro come abbiamo sempre fatto”.

La Bonari prosegue scrivendo che “continuerò a curare e prendermi cura dei miei pazienti, perché sono fiera e innamorata del mio lavoro. Quello che chiedo a chiunque stia leggendo questo post è di non vanificare lo sforzo che stiamo facendo, di essere altruisti, di stare in casa e così proteggere chi è più fragile. Noi giovani non siamo immuni al coronavirus, anche noi ci possiamo ammalare, o peggio ancora possiamo far ammalare”.

Infine, la conclusione: “Non mi posso permettere il lusso di tornarmene a casa mia in quarantena, devo andare a lavoro e fare la mia parte. Voi fate la vostra, ve lo chiedo per favore“.

VIRGILIO NOTIZIE | 06-09-2020 14:44

Venezia, Salvini sul red carpet con Francesca Verdini Fonte foto: Ansa
Venezia, Salvini sul red carpet con Francesca Verdini
,,,,,,,