,,

Turista stuprata nell'ascensore della stazione centrale di Milano: 27enne marocchino condannato a 8 anni

Un 27enne è stato condannato a 8 anni di carcere per aver aggredito e stuprato una donna straniera nell'ascensore della stazione centrale di Milano

Pubblicato il:

Condannato a 8 anni per lo stupro commesso nell’ascensore della stazione centrale di Milano lo scorso 27 aprile 2023. La vittima, 36enne straniera, avrebbe dovuto salire su un treno per Parigi dopo essere arrivata in città dalla Norvegia, quando venne aggredita dal giovane.

Condannato 27enne

È stato condannato in abbreviato a 8 anni di reclusione Fadil Monir, il 27enne marocchino imputato di violenza sessuale e lesioni per l’aggressione a una donna all’alba del 27 aprile in un ascensore della stazione centrale di Milano.

Lo ha deciso la gup Silvia Perrucci, come riporta l’agenzia Agi. Le indagini della pm Alessia Menegazzo e della Polizia ferroviaria avevano ricostruito le violenze anche con la visione dei filmati delle telecamere di sorveglianza che avevano ripreso il tutto.

La vicenda

Il 27enne venne sottoposto a fermo dalla pm Menegazzo la notte stessa dopo essere stato rintracciato dai poliziotti della Polfer nell’area verde a forma di mezzaluna tra piazzale Duca d’Aosta e via Vittor Pisani.

Nell’udienza di convalida con la gip Patrizia Nobile, riferisce l’Agi, il 27enne aveva parlato di rapporti sessuali consenzienti avuti nel corso di una frequentazione avviata circa quattro giorni prima.

La donna di 36 anni e origini marocchine, assistita dall’avvocata Laura Panciroli, era di passaggio a Milano e avrebbe dovuto prendere il 28 aprile un treno per Parigi. Lasciata da alcuni parenti alla stazione la sera prima era rimasta in strada quando la stazione era chiusa.

stupro-ascensore-milanoFonte foto: ANSA

Soccorsi in stazione a Milano

L’aggressione nell’ascensore della stazione centrale

In piazza Luigi di Savoia la donna aveva incontrato il suo aggressore. Monir – stando al suo racconto – l’aveva quindi all’improvviso violentata una prima volta fuori lo scalo e poi una seconda volta intorno tra le 5 e le 5.30 nell’area degli ascensori.

Qui era stata poi soccorsa da un operaio in servizio alla stazione che aveva chiamato i sanitari e i soccorsi.

Le immagini delle telecamere acquisite dagli inquirenti, riferisce l’agenzia Ansa, anche di quelle interne dell’ascensore, hanno ripreso le violenze. Quando lui è stato bloccato aveva addosso gli stessi vestiti ripresi nei filmati.

Le violenze sessuali sono un’esperienza che circa una donna su cinque nel nostro paese ha dovuto vivere. Secondo i dati Istat il 21% delle italiane ha subito un qualche tipo di abuso sessuale, mentre il 5,4% ha subito uno stupro o un tentato stupro.

stupro-ascensore-milano-2 Fonte foto: ANSA

Energia: aiuti di Stato per le aziende

,,,,,,,,