,,

Virginia Raggi, auto in sosta vietata: è polemica sui social

Una nuova polemica social ha investito il Sindaco di Roma Virginia Raggi

Il Sindaco di Roma Virginia Raggi è nell’occhio del ciclone in queste ore per un’automobile parcheggiata in sosta vietata durante la sua recente visita alla Scuola Steineriana “Il Giardino dei Cedri“.

La web radio “Non è la Radio” ha pubblicato le fotografie dell’automobile utilizzata dalla prima cittadina capitolina, parcheggiata in un posto in cui, stando alla ricostruzione fornita dalla web radio, non era consentito. Le immagini hanno fatto rapidamente il giro del web e, sui social network, sono immediatamente spuntati diversi commenti ironici e polemici all’indirizzo della Raggi, che hanno rievocato il caso della “Panda Rossa” di Ignazio Marino. Sulla vicenda sono intervenuti anche Selvaggia Lucararelli, il Pd e il Codacons.

In risposta a chi ha fatto notare che nella foto, sotto al cartello di divieto di sosta in questione, ci sia la freccia che indica la fine del divieto stesso, “Non è la Radio” ha tenuto a precisare: «La macchina del Sindaco è esattamente sotto al cartello, non dopo. La macchina era spenta e in sosta da due ore, senza alcun autista al suo interno, durante la visita del Sindaco nella scuola. (…) Oltre al cartello, c’è anche un passo carrabile con tanto di indicazione di divieto di sosta e zona rimozione. La macchina del Sindaco, ostruisce il passaggio pedonale sul marciapiede, impedendo oltretutto il passaggio di eventuali carrozzine o passeggini. La macchina del Sindaco risiede all’interno della carreggiata della stretta via delle Benedettine, sulla quale transitano degli autobus».

Virginia Raggi e l’auto in sosta vietata: la difesa di Selvaggia Lucarelli

Al momento, il Sindaco di Roma Virginia Raggi non ha rilasciato commenti in merito alla vicenda, ma la polemica sul web è ormai già montata. A difenderla è intervenuta anche Selvaggia Lucarelli, via Twitter, che ha sottolineato come il passo carrabile citato non appaia su Google Maps: «Quel cartello comunque indica la FINE del divieto di sosta e davanti al cancello, via Google Maps, non c’è alcun cartello di passo carrabile, per cui poteva parcheggiare».

Virginia Raggi e l’auto in sosta vietata: l’attacco del Pd

Giulio Pelonzi, capogruppo PD in Asssemblea Capitolina, ha commentato l’accaduto in alcune dichiarazioni riportate dall”Ansa’: «In divieto di sosta non è solo la sua macchina, ma l’intera amministrazione. E come merita di essere rimossa la sua auto, così anche la giunta. Questo è l’esempio che dà il sindaco alla città. Mi viene in mente il meme dell’ex sindaco Ignazio Marino che sorridendo dice: pe’ ‘na Panda e du scontrini, ma li morta…».

Virginia Raggi e l’auto in sosta vietata: la richiesta del Codacons

Anche il Codacons è intervenuto sulla polemica che sta vedendo protagonista in queste ore Virginia Raggi, chiedendo che il sindaco di Roma sia multato e affermando che «in caso contrario, i vigili urbani della Capitale verranno denunciati in Procura per omissione di atti d’ufficio». Lo riporta l'”Ansa”.

 

VirgilioNotizie | 07-04-2019 12:26

,,,,,,,