,,

Il 2019 sarà l'anno della cattura del boss Matteo Messina Denaro

Il 2019 sarà l'anno della cattura del super latitante Matteo Messina Denaro. Lo dice il procuratore nazionale Antimafia

“Sono convinto che le attività investigative sviluppate sul territorio nazionale consentano di raggiungere l’obiettivo” della cattura del super latitante Matteo Messina Denaro nel 2019. Lo afferma il procuratore nazionale Antimafia e Antiterrorismo, Federico Cafiero De Raho, in un`intervista a Gnewsonline.it, il nuovo quotidiano d`informazione del Ministero della Giustizia.

“Lo dico non solo perché sono ottimista ma anche perché sono straordinari gli impegni, in termini di impiego di personale e risorse economiche, che in questo momento si investono sulla cattura di Messina Denaro. E d`altro canto lo Stato deve necessariamente conseguire questo obiettivo perché non si può consentire che uomini del calibro mafioso di Messina Denaro continuino a sottrarsi alle ricerche”, aggiunge. “Le reti che lo attorniano e che lo sostengono sono sempre numerose ma di volta in volta, mese dopo mese, si interviene tagliandole. Nel tagliare le reti ci si avvicina all`obiettivo e credo proprio che il 2019 sia l`anno in cui questo verrà conseguito”, prosegue De Raho.

Tra i latitanti più ricercati al mondo.

Nato a Castelvetrano nel 1962, Matteo Messina Denaro è irreperibile dal ‘93. L’ultima volta è stato visto in vacanza a Forte dei Marmi. Poi di lui, ritenuto responsabile di un numero imprecisato di esecuzioni, tra gli organizzatori del sequestro del piccolo Di Matteo e una delle menti delle stragi di Falcone e Borsellino, si sono perse le tracce.

Polizia e carabinieri più volte sono stati a un passo dalla cattura, ma finora è riuscito a farla franca, potendo contare su una fitta rete di protezione in Sicilia e nel Nord Italia. Il suo volto è immortalato in vecchie fotografie e identikit realizzati dagli investigatori immaginando i cambiamenti col trascorrere degli anni.

ASKANEWS | 08-01-2019 13:22

Matteo Messina Denaro
,,,,,,,