,,

Studentessa racconta gli abusi in un tema: condannato il patrigno

Una ragazza di terza media ha parlato degli abusi del patrigno in un tema: l'insegnante ha fatto scattare le indagini, l'uomo è stato condannato

Grazie a un tema scritto a scuola, un uomo è stato condannato a 5 anni di reclusione per violenza sessuale su minore. Aveva abusato della figlia della compagna, da quando la minore aveva 12 anni: in terza media, in un compito in classe, ha deciso di denunciare le violenze che era costretta a subire già da tempo. Non un racconto dettagliato, ma comunque in grado di far insospettire l’insegnante, e quindi far partire le indagini. Lo rende noto l’Ansa.

L’uomo è stato condannato, con rito abbreviato dal giudice per le udienze preliminari, a 5 anni di reclusione per violenza sessuale su minore.

Gli abusi erano cominciati nel 2014, quando la vittima era una 12enne: si sono ripetuti per un paio di anni, fino a quando la vicenda non è giunta in tribunale.

Nel tema di italiano, scritto in terza media, la giovane ha parlato della vicenda in terza persona: l’insegnante però si è insospettita, intuendo che la studentessa potesse riferirsi a un’esperienza personale.

L’uomo si è difeso affermando che la ragazzina era consenziente. Ma i particolari emersi, al fine di tutelare la vittima, sono pochi.

VIRGILIO NOTIZIE | 23-09-2020 10:05

tema-classe-abusi-patrigno-pordenone Fonte foto: Ansa
,,,,,,,