,,

Strage del Bataclan, Salah Abdeslam condannato senza sconti di pena: chi è il terrorista sopravvissuto

Niente sconti di pena a Salah Abdeslam, l'unico stragista sopravvissuto agli attacchi terroristici in Francia nel 2015. Con lui altri 18 condannati

Pubblicato il:

Dopo dieci mesi si è concluso il processo contro i colpevoli della strage del teatro Bataclan, delle vie della movida di Parigi e dello stadio nazionale francese. Il 13 novembre 2015, durante gli attacchi terroristici, morirono 130 persone e centinaia rimasero ferite. Una vicenda senza precedenti nella storia della Francia in tempo di pace, che scosse il mondo per la brutale violenza delle azioni degli appartenenti all’Isis.

Il tribunale ha giudicato colpevoli 19 uomini per crimini legati al terrorismo. Il giudice Jean Louis Peries ha pronunciato il verdetto dopo un iter giudiziario avvenuto in condizioni straordinarie, con misure di sicurezza particolarmente severe.

Chi è il terrorista islamico Salah Abdeslam: per lui deciso l’ergastolo

L’unico sopravvissuto tra i terroristi, Salah Abdeslam, è stato giudicato colpevole di tutti i capi d’accusa. È stato condannato all’ergastolo, senza possibilità di condizionale, per omicidio.

È la pena massima che può essere inflitta nel sistema francese. L’uomo sarebbe sopravvissuto perché il suo giubbotto esplosivo avrebbe avuto un malfunzionamento, come ricostruito anche dalla corte.

Secondo la difesa Salah Abdeslam aveva invece abbandonato il suo giubbotto perché aveva deciso all’ultimo momento di non portare a termine l’attacco.

Bataclan, sentenza storica con l'ergastolo a Salah Abdeslam: chi è il terrorista sopravvissuto alla strageFonte foto: ANSA
Forze speciali in servizio fuori dal tribunale in cui si è tenuto il processo contro i terroristi.

Il terrorista ha ammesso le sue posizioni radicali, piangendo e scusandosi con le famiglie delle vittime e dei feriti nell’attacco, chiedendo perdono.

“Ho commesso degli errori, è vero, ma non sono un assassino, non sono un assassino”, ha ripetuto in aula, come riporta Rainews.

Le accuse agli altri 18 imputati per la strage del Bataclan a Parigi

Gli altri 18 imputati sono stati condannati per reati connessi agli attacchi terroristici del Bataclan, e uno per un reato minore.

Avrebbero supportato le aggressioni con la logistica, creando documenti falsi, trasportando i terroristi dalla Siria o fornendo loro mezzi di comunicazione, esplosivi e armi.

Uno è accusato di aver avuto un ruolo diretto in altri attentati, sempre rivendicati dallo Stato Islamico, avvenuti nel marzo 2016 a Bruxelles.

Le motivazioni dietro gli attacchi terroristici in Francia del 2015

Non sono tutti jihadisti, ma hanno tutti accettato di far parte di un gruppo terroristico, per convinzione, codardia o avidità”, ha dichiarato il pubblico ministero Nicola Braconnay.

Durante il processo lo stesso Salah Abdeslam ha spiegato le motivazioni degli attacchi terroristici del Bataclan, da ricercarsi nelle politiche della Francia in Medio Oriente e nelle centina di civili uccisi dagli attacchi aerei della Nato in Siria e in Iraq.

,,,,,,,