,,

Srdjan Golubovic, l’ex tigre di Arkan che dava calci ai morti è diventato “Dj Max” e balla nei club

Srdjan Golubovic, noto come “Dj Max”, è stato accusato di aver commesso crimini di guerra negli anni ’90, quando faceva parte delle “Tigri di Arkan”

Pubblicato il:

Dj Max riempie di musica le serate nei locali della Serbia, ma sempre più persone iniziano a ricordarlo per quella foto pubblicata su Time trent’anni fa, nella quale prendeva a calci in testa una donna appena ammazzata. Lui è Srdjan Golubovic, membro delle terribili Tigri di Arkan, che ora si è riciclato come dj.

Il passato oscuro di Dj Max

Dj Max è un disc-jockey molto conosciuto in Serbia, dove grazie alla sua etichetta discografica Ultra Groove Records diffonde musica elettronica in giro per l’Europa.

Non molto tempo fa però, la rivista Rolling Stones ha cercato di far luce sul passato del musicista, e di tutta risposta i giornalisti sono stati diffidati dagli avvocati del dj.

Il tweet dell’attivista Ibrahim Delic, che si chiede “Com’è possibile che i criminali di guerra serbi possano vivere liberamente?”

Questo perché Dj Max, nome d’arte di Srdjan Golubovic, ha un passato oscuro che vuole tenere lontano dai riflettori, dopo che trent’anni fa una sua foto fece il giro del mondo.

Srdjan Golubovic, una tigre di Arkan

All’inizio degli anni’90, con lo scoppio della terribile guerra che per tutto il decennio ha distrutto la ex Jugoslavia, Srdjan Golubovic si unì alla “Guardia volontaria serba”, passata tristemente alla storia con il nome di “Tigri di Arkan”, dal nome del loro leader, il criminale Zeljko Raznatovic, detto appunto “Arkan”.

Durante la guerra questo gruppo di guerriglieri si è reso protagonista di indicibili violenze. E Srdjan Golubovic non è stato da meno, venendo però immortalato in una foto pubblicata sul Time e divenuta storica.

In quella immagine, scattata in seguito al massacro di Bijeljina, si può vedere Golubovic, con occhiali da sole in testa, una sigaretta in una mano e un fucile nell’altra, calciare in piena testa una donna ammazzata da poco.

Una condanna mai arrivata

La foto, scattata il 2 aprile 1992, è rimasta una testimonianza dei crimini perpetrati dalle tigri durante quella guerra fratricida.

Crimini che non sono mai stati puniti, non essendo mai avvenuto un processo. Arkan venne ucciso nel 2000, ma tutte le sue tigri si sono sparpagliate e hanno portato avanti le loro vite.

Così, in questo caso, è toccato la mondo della musica cercare di mettere le cose al posto. Dapprima gli organizzatori di uno dei più grandi festival musicali d’Europa, l’Exit, che hanno allontanato Golubovic (ospite dal 2013 al 2016) dopo aver scoperto il suo passato.

E ora Rolling Stones, che ha provato a fare luce sul passato di Dj Max, portando tante persone a chiedersi se sia giusto che un criminale di guerra, rimasto impunito, possa continuare a ballare in giro per i locali di tutta Europa.

golubovic Fonte foto: Twitter
,,,,,,,,