,,

Roberto Amatulli è il santone seguito da Giovanni Barreca prima della strage di Palermo: il servizio a Le Iene

Svolta nella strage di Palermo: dietro il fanatismo religioso di Giovanni Barreca potrebbe esserci Roberto Amatulli, santone da social

Pubblicato il: - Ultimo aggiornamento:

Svolta nella strage di Palermo: Giovanni Barreca, fanatico religioso che ha ucciso quasi tutta la sua famiglia, è stato forse ispirato da Roberto Amatulli. Il santone, divenuto famoso sui social per “curare” le persone malate, pubblicava spesso incitazioni contro il demonio e sull’ubbidienza a Dio. Barreca, il muratore di 54 anni che ha confessato gli omicidi di moglie e due figli, credeva che in casa ci fosse il demonio.

Chi è Roberto Amatulli

Un servizio de Le Iene mette a nudo il santone. Roberto Amatulli è un parrucchiere o meglio lo era. Da sempre un evangelico, durante la pandemia scatta qualcosa in lui e decide di diventare un santone da social. Antonio Loconte, giornalista di Quinto Potere che sta indagando sull’uomo, ha detto che tutta questa vicenda “sembra una barzelletta. Una cosa talmente grottesca da non sembrare vera”.

L’inizio del suo successo è sui social, dove guadagna seguito grazie ai video dei suoi sermoni e dei “miracoli” capaci di aiutare le persone malate: allungare gli arti, rendere fertile chi non lo era, far muovere chi è paralizzato e molto altro.

Chiesa evangelica: “Un falso profeta”

Il Consiglio delle chiese evangeliche di Bari ha preso le distanze dal presunto pastore Roberto Amatulli e ha sottolineano, in una nota, come non sia un pastore evangelico e che “le chiese sono diverse e hanno un diverso credo”. La fama del santone però ha continuato a crescere e questo grazie alle molte testimonianze di “miracoli”.

A riportare i fatti è spesso Marianna, una donna che da cinque anni ha abbandonato la sua famiglia per seguire l’auto dichiarato pastore. Come Marianna, sono in molti a consegnare tutto o una parte del loro stipendio ad Amatulli, lavorare per lui gratis, ma anche smettere di prendere medicinali (di cui salvavita) e interrompere la chemioterapia.

Roberto Amatulli Giovanni Barreca strage PalermoFonte foto: ANSA
  Carabinieri sulla scena della strage di Palermo

Dietro la strage di Palermo

Altre due persone sembrano essere coinvolte nella strage di Palermo. La mano che ha commesso gli omicidi è quella di Barreca, ma per i Carabinieri dietro il gesto c’è l’influenza di altri due fanatici religiosi. L’ossessione per la religione è quella che ha portato l’uomo a confessare gli omicidi, spiegando che la sua casa era occupata dal demonio (la famiglia sterminata).

Sui profili social dei tre, i due fanatici e Giovanni Barreca, citavano spesso i sermoni di Roberto Amatulli. Le sue parole potrebbero aver spinto i tre a credere nell’estremo gesto, poi compiuto, come soluzione. Si indaga per capire i legami tra la strage di Palermo e i presunti reati di manipolazione e truffa medica di cui viene accusato Amatulli.

roberto-amatulli-giovanni-barreca-strage-palermo Fonte foto: ANSA/Facebook
,,,,,,,,